Maldive: una settimana da sogno in un paradiso terrestre

 Maldive 2018

Ore 5.30 del mattino, suona la sveglia! Con fatica scendo dal letto per guardare fuori dalla finestra del nostro beach bungalow, direttamente affacciato sul mare. Qui alle Maldive sull'isola di Alimathà non è ancora sorto il sole. Apro la finestra ed esco, pochi passi e sono sulla riva. Che meraviglia! Le luci del crepuscolo illuminano il cielo regalando colori incantevoli. Il bagnasciuga è ricoperto di piccole conchiglie che il mare porta durante la notte. Mi fermo ad ammirare l'insaziabile panorama di fronte a me: le sfumature del mare che si allontana all'orizzonte, il fruscio delle onde sulla riva, quella piacevole sensazione di freschezza sotto i piedi, liberi di giocherellare scalzi sulla sabbia.

Voglio respirare questo momento e questa sensazione fino in fondo, ancora per un'ultima volta! La pace e la tranquillità regnano sovrane su questa piccola isola dell'Atollo di Vaavu, pochi chilometri a sud di Male, la capitale. Questa piccola isola è stata la nostra casa, il nostro paradiso terrestre per una settimana che purtroppo è davvero volata! Tutte queste sensazioni mi mancheranno tantissimo! Tra poche ore lasceremo le Maldive, l'isola di Alimathà per rientrare in Italia. La barca veloce è già pronta al molo ad aspettarci.

 Viaggio di coppia alle Maldive

A malincuore siamo costretti a salutare questo angolo da sogno, quest'oasi di relax, questo piccolo puntino di sabbia nell'Oceano Indiano perchè il nostro viaggio è giunto al termine. Purtroppo lo sappiamo tutti, le cose belle sono destinate a finire e passano sempre troppo velocemente, ma rimane la certezza che portiamo a casa un bellissimo ricordo che resterà per sempre nel nostro cuore. Tutti sognano le Maldive, fin da quando ne vediamo le foto sui cataloghi nelle agenzie di viaggio o le immagini come screensaver del nostro computer: spiaggia di sabbia bianca, mare cristallino e palme da cocco! Per noi questo sogno è finalmente diventato realtà!

Ci siamo concessi una settimana di relax in una delle isole più belle dell'Oceano Indiano, ad Alimathà sull'Atollo di Vaavu! Non avevamo ben chiara la meta quando abbiamo pianificato i viaggi di quest'anno ma su una cosa eravamo sicuri: volevamo andare al mare in un posto unico al mondo, dove poterci rilassare e staccare la spina! Così verso metà gennaio ci siamo rivolti a Silvia, una nostra cara amica nonchè proprietaria della nostra agenzia di viaggi di fiducia chiamata Esploratour che si trova a Gavirate, una cittadina in provincia di Varese. É stata bravissima a cogliere al volo le nostre necessità e a trovare l'offerta adatta alle nostre tasche che ci ha permesso di volare alle Maldive! Ancora non riuscivamo a crederci! Su consiglio di Silvia, abbiamo scelto il resort Bravo Alimathà della catena Alpitour, dove abbiamo prenotato una settimana di soggiorno in beach bungalow al costo di 1320 € a testa in trattamento all-inclusive (l'offerta comprendeva anche l'adeguamento carburante che, in caso di viaggi oltre oceano, vi consiglio sempre di bloccare per evitate brutte sorprese prima della partenza). 

 Maldive 2018

É stata un'avventura indimenticabile ed ora sono pronta a raccontarvela con l'intento di convincervi ad organizzare presto un viaggio alle Maldive perchè tante sono le esperienze che queste isole sono in grado di regalarvi!

Abbiamo conosciuto delle persone stupende a partire dalla gente locale che si occupava della gestione dei servizi della nostra isola: i maldiviani sono un popolo semplice, sempre con il sorriso sulle labbra. Vivono di piccole cose e amano la loro terra. Nelle famiglie i bambini fin da piccoli vengono coinvolti in piccoli lavoretti per stimolarne la manualità. Con le foglie di palma sono capaci di realizzare oggetti e pupazzetti, un pò come i nostri origami realizzati con la carta. Questa attività si trasforma in un gioco collettivo o in un passatempo, altro che play station e videogiochi! Il nostro cameriere Ageda ci ha mostrato le sue abilità, realizzando per noi un pesciolino, una collana a forma di stella e un uccellino. Dovevate vedere con quale bravura prendeva le foglie di palma e le intrecciava avendo cura di non romperle. Ageda ci diceva che gli hanno insegnato i suoi genitori quando aveva 4 anni; riusciva a farli persino ad occhi chiusi, senza sbagliare, lasciandoci davvero a bocca aperta!

Così ogni volta che passo dal salotto di casa e vedo quel pesciolino sulla mensola, mi torna in mente il nostro caro Ageda. Ageda abita con la sua famiglia in un'altra isola maldiviana. Ci ha raccontato che i 3/4 della sua superficie sono occupati da piantagioni di cocomeri! Ecco da dove arrivavamo tutti quei cocomeri dei quali mi sono fatta delle grosse mangiate al buffet. Io prendevo sempre anguria e cocco, mentre Francesco sceglieva la papaya. Non c'era nulla di più bello che mangiare frutta fresca tropicale in riva al mare. Poi dovete sapere che io vado matta non solo per l'anguria ma anche per il cocco e qui ho trovato pane per i miei denti in tutte le salse: torta al cocco, dentice al forno cucinato con cocco e limone, cocktails con liquore al cocco e fette di cocco fresco sempre disponibili in tutti i bar dell'isola. Che buono ragazzi! Ogni tanto trovavamo qualche noce di cocco sulla spiaggia, caduta dalle palme durante la notte. Francesco ha persino provato a pulirne una e ad aprirla! Dopo parecchi tentativi, ce l'ha fatta: mangiarci quel cocco fresco è stata per noi una vera conquista, un pò come due naufraghi su un'isola deserta!

 Paradiso Maldive 2018

In questo viaggio alle Maldive abbiamo anche vinto una grande paura che credo sia comune a molti di voi: fare il bagno con gli squali! Sì, lo so che starete pensando, ma siete matti? E invece vi assicuro che è un'esperienza affascinante. Non c'è nulla di cui avere timore come ci ha spiegato anche il biologo marino Stefano presente sull'isola, con il quale abbiamo condiviso piacevoli chiacchierate al chiaro di luna. Stefano ci ha convinti dell'idea che gli squali non sono pericolosi, non è nella loro natura attaccare l'uomo perchè si cibano di altro pesce. Lo ammetto che quando ci si trova in mare e ci si vede passare attorno uno squalo pinna bianca o peggio ancora quando si è circondati da un banco di 5-6 squali nutrice, avere paura è normale! Vengono persino i crampi alle gambe. Ma poi ci si rende conto che per loro è come se non esistessimo; proseguono nel loro percorso senza darci alcun fastidio! Per non parlare dell'emozione stupenda che ho provato quando lungo il reef durante una delle nostre uscite di snorkeing, abbiamo incontrato una tartaruga marina. Era la prima che vedevo nella mia vita! Non stavo più nella pelle e lei era lì che nuotava davanti a me! Continuava a fissarmi e alla fine ha accettato di farsi una nuotatina insieme a me, fianco a fianco, con dietro Francesco che ci inseguiva con la sua Gopro per filmare il nostro primo incontro. Vedere le tartarughe marine è stato il regalo più bello che potevano farmi le Maldive! Durante la settimana ne abbiamo trovate molte altre sempre lungo la barriera corallina attorno all'isola e ogni volta mi sentivo sempre al culmine dell'entusiasmo. Sono troppo belle e simpatiche!

Drink Maldive 2018

A differenza di quello che pensano molte persone, non ci siamo mai annoiati sull'isola di Alimathà Nemmeno quei due pomeriggi in cui da lontano sono arrivati dei grossi nuvoloni grigi minacciosi! All'improvviso è salito il vento e nel giro di una ventina di minuti il sole è sparito ed è arrivato un temporale tropicale! Tutti al riparo in bungalow? Ma assolutamente no, siamo corsi in acqua per provare le brezza di fare il bagno al mare durante un acquazzone tropicale! Con l'aria fresca che soffiava, l'acqua del mare sembrava ancora più calda. Ma non preoccupatevi: bastava avere pazienza e, nel giro di 15-20 min, le nuvole si spostavano sull'isola vicino, facendo tornare di nuovo fuori il sole! Questo non è stato l'unico bagno al mare diciamo un pò fuori dal comune! Una sera ci siamo anche concessi un tuffo a mezzanotte al chiaro di luna (abbiamo avuto la fortuna di capitare alle Maldive durante la settimana di luna piena!). A quell'ora era davvero tutto buio anche perchè ricordate che non c'è grande illuminazione notturna sull'isola. Ma la luna splendeva nel cielo ed illuminava l'acqua creando la situazione ideale per un bel bagno salato prima di andare a dormire! Di sicuro non siamo stati soli, abbiamo notato che intorno a noi c'erano molti pesciolini colorati e anche qualche piccolo squaletto.

 Maldive 2018

Sono tantissime le esperienze che si possono vivere alle Maldive. Vi assicuro che quando tornerete avrete come noi molta nostalgia di questo posto: lì alle Maldive la parola d'ordine con cui vivere la giornata era "Relax". Ci siamo proprio rigenerati e siamo tornati a casa con la sola convinzione di volerci tornare presto! In effetti faceva strano pensare di trovarsi su una piccola isola di circa 300 m di diametro immersa nell'Oceano blu. Intorno a noi c'era mare, mare e ancora mare che si estendeva fino a quella sottile linea dell'orizzonte. Un pomeriggio io e Francesco abbiamo deciso di fare il giro a piedi dell'isola lungo il bagnasciuga: ci siamo persi via in chiacchiere e non ci siamo resi conto che in soli 20 min avevamo completato il giro. Da non crederci, è proprio buffo trovarsi in un posto così piccolo; ma non ci siamo mai sentiti in prigione, anzi abbiamo sempre respirato aria di libertà: libertà dalla frenesia della vita quotidiana, dai pensieri di ogni giorno, dalle fatiche lavorative, dal telefono che squilla ogni 5 min e dal clacson dell'automobile in coda dietro di te al semaforo, che ti incita a muoverti perchè è scattato il verde!

 Sunset Maldive 2018

Mi raccomando, alle Maldive non perdetevi il tramonto perchè è il momento più magico della giornata: noi ci sdraiavamo sulla sabbia e aspettavamo che il sole se ne andava via silenzioso dopo averci regalato un'altra giornata splendida! Sembrava quasi sprofondare tra le acque del mare lasciando dietro di sè un arcobaleno di colori con mille sfumature di viola e di blu! Che emozione straordinaria! Come quando un pomeriggio ho voluto provare ad arrampicarmi su una palma da cocco; non pensate a quelle altissime che si vedono in foto, ne ho scelta una piccola e bassa giusto per capire se era così semplice come arrampicarsi sull'albero delle ciliegie che avevano i nonni in giardino. Poi ho cercato di farmi un selfie con un paguro che mi ha ringraziato con un bel pizzicotto sul dito e ho provato l'emozione di nuotare in una corrente d'acqua invasa da plancton, ricordandomi le avventure di Nemo alle prese con il krill. Questo e molto altro regalano le Maldive! E questo è tutto ciò che vi ricorderete di questi luoghi incantevoli. Ci sono 3 cose che mi mancheranno tantissimo quando tornerò a casa. Prima di tutto la possibilità di andare in giro scalza tutto il giorno. Avevo portato un sacco di sandali ed infradito ma ammetto che non li ho mai tirati fuori dalla valigia! Inoltre dovrò riabituarmi a vivere in un mondo fatto di asfalto, di cemento, di strade, incroci e semafori mentre su quell'isola per una settimana non ho visto nessun veicolo a motore su ruota! Ma ciò che mancherà di più è quel profumo di salsedine, quella linea piatta e dritta all'orizzonte, quell'atmosfera di pace che solo le Maldive sanno dare! Siete pronti a scoprire meglio le nostre avventure sull'isola di Alimathà?

Benvenuti sull'Isola di Alimathà delle Maldive

Cosa vedere alle Maldive: snorkeling ed escursioni

Maldive Viaggia Con Alice
Maldive - Viaggia con Alice
Isola di Alimatha Maldive - Viaggia con Alice
Maldive - Viaggia con Alice
Tartaruga marina Maldive - Viaggia con Alice
Maldive - Viaggia con Alice

Condividi!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Viaggia Con Alice Vieni A Conoscermi 400x400

Benvenuti in "Viaggia con Alice"!

Ogni viaggio è un racconto, vieni anche te alla scoperta del mondo!

Vieni a conoscermi!

Viaggia Con Alice Collaborazioni Esplora Il Lago Maggiore
Viaggia Con Alice Collaborazioni Esplora Tour
Viaggia Con Alice Collaborazioni Amazon
Viaggia Con Alice Collaborazioni Capitola
Viaggia Con Alice Collaborazioni Get Your Guide

Viaggia con Alice - Ogni viaggio è un racconto!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Tutti i testi pubblicati in questo blog e le fotografie sono coperti da copyright, tutti i diritti sono riservati. Alcune immagini utilizzate in questo blog provengono dal web, se dovessero, in qualsiasi modo, ledere il diritto d’autore, previa comunicazione, verranno subito rimosse.

viaggiaconalice@gmail.com