La nostra settimana in Cappadocia

cappadocia

Francesco non mette quasi mai in discussione le mie proposte di viaggio: mi lascia sempre carta bianca, libera di organizzare. Così quando, finite le vacanze di Natale, abbiamo programmato i viaggi per l'anno che avevamo davanti, gli ho proposto di andare in Cappadocia e lui ha accettato sulla fiducia. Abbiamo deciso di trascorrere una settimana in Cappadocia, la nostra prima volta in Turchia. In questo articolo vi racconto il nostro viaggio in Cappadoia, come lo abbiamo organizzato, le spese sostenute e i luoghi visitati.

La Cappadocia è una regione semi-arida della Turchia centrale nel cuore della penisola anatolica con un passato davvero ricco proprio per via della sua posizione geografica: per secoli fu un crocevia di numerose rotte commerciali, oggetto di ripetute invasioni e nasconde quindi un vasto patrimonio antico. Non conoscevo molto bene questa terra, se non per il fatto che i miei genitori nel lontano 1985 ci sono stati in viaggio di nozze. Mi hanno raccontato molto sulla Cappadocia e, prima di partire, ho visto insieme a papà le fotografie del loro viaggio di nozze (non esisteva ancora il formato digitale ai tempi, quindi ci siamo ritrovati due grossi album di fotografie stampate da vedere!).

una settimana in cappadocia

una settimana in cappadocia

Nel corso di questi ultimi 30 anni la Cappadocia è cambiata: il turismo è cresciuto molto e di conseguenza sono cresciute le infrastrutture, le agenzie e i servizi di accoglienza per i turisti. Per questo motivo al momento è una terra molto ben servita in ambito turistico e altrettanto sicura. Una volta scelta la meta, il bello doveva ancora venire: dovevamo procedere con le prenotazioni di volo e hotel e con la stesura del programma di viaggio. Vi lascio qui un elenco di tutte le spese sostenute nel corso della nostra settimana in Cappadocia. Ed ora sono pronta a condividere con voi ogni momento della programmazione. Siete pronti a scoprire la nostra settimana in Cappadocia?

 spese di viaggio in cappadocia

 

1. PRENOTAZIONE HOTEL

Per prima cosa abbiamo cercato di individuare il periodo e abbiamo scelto una settimana a fine agosto; in questo modo abbiamo quindi prenotato l'hotel trovando una buona offerta sul portale di Booking. Utilizziamo spesso Booking per le nostre prenotazioni perchè possiamo usufruire di una serie di sconti e di promozioni essendo clienti Genius ed inoltre perchè amiamo il vantaggio della cancellazione gratuita, un servizio davvero utile soprattutto per chi come noi organizza molti viaggi durante l'anno con largo anticipo. 

Per il nostro soggiorno in Cappadocia abbiamo scelto di pernottare nel centro di Goreme, la località più comoda e consigliata dove dormire in Cappadocia (per maggiori informazioni su come organizzare un viaggio in Cappadocia, vi consiglio di leggere la Miniguida della Cappadocia). 

 booking hotel

Dopo una lunga ricerca, abbiamo optato per il Shoestring Cave Hotel una struttura nel cuore di Goreme a pochi passi dal centro città, capace di offrire camere matrimoniali scavate nella roccia. Questa tipologia di hotel si chiama appunto Cave Hotel ed è tipica di questa zona della Cappadocia: le rocce che compongono la Cappadocia sono costituite di tufo, un materiale molto malleabile che può essere scavato facilmente. Ecco perchè la maggior parte degli hotel di Goreme offre caratteristici alloggi scavati nella roccia. Il Shoestring Cave Hotel ci è costato 236 € per 6 notti in camera doppia con bagno privato e colazione compresa. Tra i servizi offerti meritano di essere ricordati l'ottima colazione a buffet a base di prodotti tipici turchi, la piscina esterna davvero utile per un tuffo rinfrescante nei caldi pomeriggi estivi e la terrazza panoramica da cui si potevano ammirare le mongolfiere in volo all'alba su tutta Goreme. Inoltre il Shoestring Cave Hotel offre la possibilità ai suoi clienti di usufruire di un transfer da/per l'aeroporto a pagamento e di prenotare una serie di escursioni o avventure, appoggiandosi ad una agenzia turistica locale. Nel complesso ci siamo trovati davvero bene in questa struttura e il rapporto qualità/prezzo è stato ottimo! Ho prenotato l'hotel intorno ai primi di gennaio.

 hotel cappadocia

hotel cappadocia

 

2. PRENOTAZIONE VOLO AEREO

La tappa successiva è stata quella di prenotare il volo: il volo aereo è quello che ha influito maggiormente nel costo complessivo di questo viaggio anche perchè per raggiungere la Cappadocia non esiste un volo diretto, ma occorre prendere almeno due voli. Come compagnia aerea abbiamo scelto Turkish Airlines, compagnia di bandiera turca, prenotando un volo aereo da Milano Malpensa all'aeroporto di Nevsehir (quello più comodo per raggiungere la Cappadocia) facendo scalo a Istanbul. Al ritorno ci è andata bene, lo scalo è stato solo di 6 h, mentre all'andata, un mese prima della partenza, ci hanno cambiato il secondo volo per cui dalle 6 h di scalo accettabili che avevamo scelto in fase di prenotazione, siamo passati a ben 12 h. Tuttavia non esistevano altre alternative per cui abbiamo accettato il cambio volo passando una notte intera presso il nuovo aeroporto di Istanbul, operativo da aprile 2019, dove siamo riusciti anche a dormire sulle poltrone messe a disposizione dei viaggiatori. Il costo del volo prenotato a fine febbraio è stato di 530 € a testa. Tenete conto che se prenotavamo prima, verso fine gennaio poco dopo aver prenotato l'hotel, riuscivamo a risparmiare fino a 200 € a persona. Tuttavia per problemi legati alla conferma delle ferie, abbiamo dovuto attendere fino a fine febbraio e nel mentre i prezzi sono vertiginosamente aumentati!

 aeroporto istanbul

Prenotato il volo, abbiamo anche stilato un'assicurazione sanitaria di viaggio: per i viaggi al di fuori dall'Europa, credo sia sempre una scelta conveniente perchè non si sa mai cosa può capitare in viaggio. Questa volta ci siamo affidati a Viaggi Sicuri, prendendo una polizza sanitaria base al costo di 21 € a persona. Per questo viaggio abbiamo deciso di non noleggiare l'automobile: volevamo un viaggio tranquillo che ci desse anche la possibilità di rilassarci e di tirare il fiato. Per questo motivo abbiamo scelto di visitare solo la Cappadocia e senza automobile. Poichè non eravamo muniti di mezzi propri, abbiamo dovuto prendere lo navetta aeroportuale di collegamento dall'aeroporto al'hotel: l'abbiamo prenotata direttamente tramite l'hotel, essendo uno dei servizi extra messi a disposizione del cliente. Il trasferimento è costato 40 lt a persona a tratta (6 €). Pur non avendo noleggiato l'automobile, devo dire che siamo lo stesso riusciti a visitare tutti i principali luoghi di interesse muovendoci a piedi, in taxi o con gli autobus di linea locali. Per maggiori informazioni in merito, vi consiglio di leggere Come muoversi in Cappadocia.

aeroporto cappadocia

 

3. VOLO IN MONGOLFIERA

A questo punto non ci restava altro che organizzare le diverse attività da fare e i musei da visitare nel corso della nostra settimana in Cappadocia. In questa fase della programmazione del viaggio, può tornarvi utile la guida che ho scritto dal titolo Cosa vedere in Cappadocia, dove sono elencate le 10 cose da vedere in Cappadocia

 mongolfiere cappadocia

Beh, sicuramente la prima immagine che ci viene in mente quando si pensa alla Cappadocia è quella di un valle rocciosa sormontata da un cielo invaso da colorate mongolfiere, non è forse vero? Impossibile non ammirare le mongolfiere in volo all'alba sul Parco Nazionale di Goreme. Ma ho sempre voluto vivere l'esperienza in diretta proprio dal cestello di una di quelle mongolfiere, un'avventura che sognavo da parecchio tempo tanto da averla persino inserita nella lista delle 100 cose da fare una volta nella vita. Per cui il passo successivo è stato quello di documentarci sulle compagnie locali turche che organizzano voli in mongolfiera a Goreme e prenotare il nostro volo. Vi consiglio di prenotare con largo anticipo perchè il volo in mongolfiera è un'attività molto ricercata in Cappadocia e quindi, se aspettate all'ultimo, rischiate di non trovare posto. Noi abbiamo prenotato ai primi di giugno per un volo in mongolfiera a fine agosto e pensate che ben due delle tre date da noi presentate erano già tutte piene. Ci siamo affidati alla professionalità di Royal Balloon, una delle compagnie di volo in mongolfiera più quotate su Tripadvisor. Abbiamo prenotato tramite email contattando l'agenzia direttamente tramite il sito internet. Il prezzo per il Royal Queen Flight (un volo di 60 min su mongolfiere con 12-16 persone) è di 180 € a persona se pagato con carta di credito (il pagamento avviene il giorno del volo), che si riduce a 170 € se pagate in contanti. Con un'immensa soddisfazione avevamo finalmente prenotato anche il nostro volo in mongolfiera in Cappadocia! Non ci restava altro che sperare nel bel tempo e soprattutto nell'assenza di vento quel giorno, altrimenti ahimè saremmo rimasti a terra!

mongolfiere cappadocia 

mongolfiere cappadocia

 

4. PRENOTAZIONE VISITE ED ESCURSIONI

Oltre al volo in mongolfiera, sono diverse le esperienze alla scoperta della Cappadocia proposte dalle agenzie locali, prime fra tutte il Red Tour e il Green Tour, due tour giornalieri, con guida in lingua inglese, solitamente condotti a bordo di piccoli pulmini con 12-16 persone. Il Red Tour porta a scoprire le zone più a est della Cappadocia; il tour prevede infatti la visita del Castello di Uchisar, del museo a cielo aperto di Goreme, della Love Valley, del Castello di Cavusin, della Valle dei Camini delle Fate e della Devrent Valley; il Green Tour permette di scoprire le zone più a ovest lungo un tour che tocca la città sotterranea di Derinkuyu (nella foto qui ↓ sotto), la Ihlara Valley, il monastero di Selime e la Pigeon Valley. Il costo è per entrambi al momento sui 35-40 € a persona.

 città sotterranea derinkuyu

ihlara valley

Oltre a questi tour base, vengono proposti anche il Blue Tour (che porta fino a Mustafapasa, al monastero di Keslik e alla Valle di Soganli), la partecipazione a dei Turkish Night Show, piuttosto che tour in quad, safari in jeep, passeggiate a cavallo, giri in bicicletta, escursioni di trekking... insomma di attività tra cui scegliere ce ne sono tantissime, così come anche le compagnie che le propongono sono davvero molte. Tramite l'hotel noi abbiamo prenotato solo il Green Tour, in quanto le tappe del Green Tour sono molto distanti da Goreme e raggiungibili solo in automobile. Questo è l'unico tour che vi consiglio di acquistare se come noi visitate la Cappadocia senza auto a noleggio. Noi lo abbiamo acquistato direttamente presso la reception del nostro hotel che si appoggia all'agenzia locale Freelance Travel Turkey: sul loro sito internet, potrete trovare tantissime proposte per attività ed escursioni in Cappadocia. Invece le tappe del Red Tour sono facilmente visitabili in modo autonomo a piedi o con gli autobus di linea. Vi do un altro consiglio: se pensate di fare come noi prenotando quindi uno dei tour organizzati presso un'agenzia locale, allora vi sconsiglio vivamente di acquistare il Museum Pass Cappadocia Card, in quanto nel prezzo del tour gli ingressi ai siti e ai musei sono già compresi. É consigliabile acquistare questo pass museale se avete in programma di visitare tutti i siti della Cappadocia in autonomia. In questo caso rappresenta sicuramente un valido vantaggio economico. 

 cappadocia turchia

città sotterranea derinkuyu

Noi ci siamo documentati molto sui social, su internet e prendendo sempre spunto dalle guide della Loonely Planet: in questo modo, a distanza di qualche giorno dalla partenza, siamo riusciti a creare un programma dettagliato per visitare al meglio la Cappadocia ed ora vorrei condividerlo con voi. Nel programma sono elencati solo i giorni pieni per cui ho lasciato fuori il primo e l'ultimo giorno, rispettivamente la domenica e il sabato successivo, dedicati interamente al volo aereo.

 camini delle fate cappadocia

 

5. IL NOSTRO PROGRAMMA DI VIAGGIO

LUNEDÍ 26 AGOSTO 2019 - GIORNO 1

Dopo una sveglia all'alba per ammirare le mongolfiere in volo e un'abbondante colazione a buffet in hotel, ci siamo dedicati alla visita del museo a cielo aperto di Goreme raggiungibile a piedi dal centro di Goreme (costo del biglietto 54 lt pari a 8,5 €). Dopo circa 3 h di visita, siamo rientrati a Goreme e ci siamo concessi un gelato in uno dei banchetti presenti lungo la via principale. Nel pomeriggio ci siamo divertiti a scattare fotografie nel negozio di tappeti di Alì, il Sultan Carpets. Alì vende pregiati e rinomati tappeti turchi da molti anni, ma di recente ha allestito nel suo negozio un piccolo angolo con tappeti e tessuti colorati dove i visitatori possono scattarsi fotografie di ricordo al costo di 50 lt a persona (circa 8 €). Un modo per sostenere la sua attività, stando al passo con il cambiamento. Poco prima del calar del sole, abbiamo raggiunto a piedi il Sunset View Point (per l'accesso al tramonto è richiesto il pagamento di un pedaggio di 3 lt a persona, meno di 50 cent) per ammirare il tramonto da uno dei punti panoramici più belli di tutta Goreme. Per cena ci siamo fermati presso i tavolini all'aperto dell'Organic Cave Kitchen. Per la prima cena turca, ho voluto provare il Testi Kebap, una sorta di spezzatino di agnello e manzo con verdure stufato all'interno di un contenitore di terracotta. Il contenitore di terracotta viene spaccato davanti al cliente grazie ad un piccolo martello e lo spezzatino viene quindi servito ancora fumante nel piatto. Il costo della cena è stato di 96 lt (circa 15 €) per due portate principali, un antipasto e acqua. Il ristorante offre una sezione separata per coloro che desiderano consumare bevande alcoliche per cui occorre precisarlo prima di sedersi al tavolo in modo tale da essere indirizzati verso la parte giusta del ristorante.

 museo a cielo aperto goreme

aladdin

 

MARTEDÍ 27 AGOSTO 2019  - GIORNO 2

Il secondo giorno è stato interamente dedicato al Green Tour, un tour giornaliero prenotato tramite la reception del nostro hotel che per questo tipo di escursioni si appoggia all'agenzia locale Freelance Travel Turkey con sede a Goreme. Il tour è costato 40 € a persona: si tratta di un tour guidato in lingua inglese, che avviene a bordo di piccoli pulmini e che ha una durata giornaliera (la partenza era prevista alle h 9.30 e il rientro in hotel alle h 18.30). Con questo tour abbiamo visitato la città sotterranea di Derinkuyu, la Ihlara Valley dove ci attendeva anche il pranzo in un ristorante tipico di Belisirma con delle piattaforme galleggianti sul fiume Melendiz, il monastero di Selime per poi concludere con una tappa presso un negozio di pietre preziose dove ci hanno spiegato le tecniche di lavorazione di alcune pietre locali e in un negozio di dolci tipici locali dove abbiamo avuto la possibilità di assaggiare i diversi tipi di dolci turchi in vendita. In serata per la cena abbiamo scelto il ristorante Buyuk Adana Kebap. Questa sera abbiamo abbondato con le porzioni: oltre ad un antipasto iniziale, abbiamo provato l'Adana Kebap, un lungo kebap di carne macinata montato su uno spiedino di ferro, grigliato e servito su un letto di salsa di yogurt e pomodoro, le Kofte, ovvero le classiche polpette di carne turche, e la Kiymali Pide, una specie di pizza più allungata condita con pomodoro e carne macinata di agnello, montone e manzo. Per tutta la cena, bevande comprese, abbiamo speso 140 lt, non più di 23 €.

ihlara valley

monastero di selime

 

MERCOLEDÍ 28 AGOSTO 2019 - GIORNO 3

La sveglia è suonata molto prima dell'alba perchè avevamo in programma il volo in mongolfiera con Royal Balloon. Un'emozione davvero unica! Sono venuti a prenderci alle h 4.30 del mattino per riportarci in hotel per le h 8.00 (costo del volo 170 € in contanti o 180 € con carta di credito). Dopo la colazione in hotel e un pò di riposo in camera, in tarda mattinata siamo andati in visita al Castello di Uchisar utilizzando gli autobus di linea locali al costo di 3,5 lt a tratta a persona. La visita del castello costa invece 9 lt (circa 1,40 €) e richiede non più di un paio di ore. Da qui abbiamo preso un taxi (38 lt = 6 €) per raggiungere la Love Valley dove ci siamo concessi un trekking per buona parte del pomeriggio. Siamo poi rientrati a Goreme a piedi. Per la cena abbiamo scelto il Turkish Ravioli Restaurant, un ristorante vicino al nostro hotel con una piccola terrazza panoramica dove abbiamo provato i caratteristici ravioli turchi, davvero ottimi. Il costo della cena è stato di 105 lt (17 €) comprensivo di un antipasto, due porzioni di ravioli, bevande e tè turco a conclusione della cena. In più come dessert ho voluto provare l'ayran, tipica bevanda turca a base di yogurt, sale e acqua.

uchisar castle 

love valley cappadocia

 

GIOVEDÍ 29 AGOSTO 2019 - GIORNO 4

Dopo la colazione a buffet in hotel, abbiamo raggiunto la stazione dei pullman di Goreme con l'obiettivo di dirigerci a Pasabag (prezzo del biglietto 4 lt = circa 70 cent a persona a tratta), una piccola località a pochi km da Goreme dove si trova l'ingresso alla Valle dei Camini delle Fate. L'accesso è libero e la visita non richiede molto tempo. Sempre in pullman è possibile raggiungere anche Zelve, alla fermata successiva di Pasabag, dove si trova il museo a cielo aperto di Zelve. Di rientro ci siamo fermati per una birra fresca nella Wine House Dalton Brothers. Siamo poi andati in hotel a cambiarci perchè alle 17.30 sarebbe arrivato a prenderci Alex, il proprietario del ranch che ci avrebbe portati in una bellissima passeggiata a cavallo nella Red e Rose Valley al tramonto. Un'altra avventura davvero emozionante in compagnia di animali docili e coccoloni. Il prezzo era di 250 lt (circa 40 €) a persona per 2 h di passeggiata. Per cena avevamo prenotato presso il ristorante Pumpkin dove offrono un meno a prezzo fisso di 120 lt a persona (19 € )  comprensivo di 3 portate a base di piatti tipici della cucina turca e un buffet di dolci finale tra i quali non sono mancati i caratteristici Baklava. La cena si è conclusa con una calda tazza di tè turco.

camini delle fate cappadocia

red valley cappadocia

 

VENERDÍ 30 AGOSTO 2019 - GIORNO 5

In mattinata ci siamo recati in centro paese per ultimare le spese in termini di regalini e souvenir. Siamo tornati poi in hotel dove abbiamo trascorso buona parte del pomeriggio in relax in piscina. Nel tardo pomeriggio abbiamo raggiunto il Viewpoint Cafè Restaurant, un ristorante/bar con tavolini all'aperto su una terrazza panoramica che gode di una splendida vista su Goreme. Qui abbiamo preso un aperitivo insieme alla tipica turkish water pipe, al gusto limone e menta (60 lt, meno di 10 €). Per cena abbiamo prenotato da Topdeck Cave Restaurant, un ristorante nei pressi del nostro hotel, ricavato all'interno di una grotta di tufo, dove è possibile consumare la cena a dei tavoli a terra seduti su dei tappeti e dei comodi divanetti. Abbiamo preso come antipasto un buffet di 7 salads a base di verdure, legumi e yogurt da mangiare con il pane locale. Come portate principali io ho preso un pottery kebap di agnello e Francesco ha preso i caratteristici Sigara Borek, degli involtini ripieni di carne di manzo tipici della Turchia. Hanno la forma allungata come una sigaretta e sono preparati con un tipo di pasta chiamata yufka che viene fritta. Per questa ultima cena turca abbiamo speso il totale 140 lt, 22 €

 goreme cappadocia

goreme cappadocia

Condividi!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Viaggia Con Alice Vieni A Conoscermi 400x400

Benvenuti in "Viaggia con Alice"!

Ogni viaggio è un racconto, vieni anche te alla scoperta del mondo!

Vieni a conoscermi!

Viaggia Con Alice Collaborazioni Esplora Il Lago Maggiore
Viaggia Con Alice Collaborazioni Esplora Tour
Viaggia Con Alice Collaborazioni Amazon
Viaggia Con Alice Collaborazioni Capitola
Viaggia Con Alice Collaborazioni Get Your Guide

Viaggia con Alice - Ogni viaggio è un racconto!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Tutti i testi pubblicati in questo blog e le fotografie sono coperti da copyright, tutti i diritti sono riservati. Alcune immagini utilizzate in questo blog provengono dal web, se dovessero, in qualsiasi modo, ledere il diritto d’autore, previa comunicazione, verranno subito rimosse.

viaggiaconalice@gmail.com