Siti Unesco in Italia


patrimonio unesco italia

Sono sicura che tutti voi avrete già sentito parlare dell'Unesco e dei beni che l'Unesco dichiara Patrimonio Mondiale dell'Umanità. Si tratta di luoghi, città, musei, isole, palazzi sparsi in tutto il mondo, molti dei quali anche in Italia. I siti Unesco in Italia che fanno parte del Patrimonio Mondiale dell'Umanità sono saliti nel 2019 a 55 grazie all'aggiunta delle colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene. Quando è stata comunicata la notizia, ho colto l'occasione per scrivere un articolo dedicato ai Siti Unesco in Italia.

L'inserimento di un nuovo sito italiano nel Patrimonio Unesco è stato accolto con grande entusiasmo soprattutto da una coppia di giovani ragazzi come noi amanti del buon prosecco. Al momento dell'arrivo della nuova notizia, avevo avviato un sondaggio sui social per sapere quanti di voi erano al corrente di tutto ciò. Alcuni di voi amanti dei viaggi erano già informati e anzi avevano già allungato la lista dei siti da spuntare una volta visitati, un pò come facciamo noi. Altri invece, del tutto ignari dell'esistenza anche in Italia di questo Patrimonio Mondiale dell'Umanità, hanno mostrato il desiderio di ricevere più informazioni a riguardo! Questo articolo nasce proprio da voi, da una vostra richiesta. Nel sondaggio vi ho chiesto se eravate interessati ad un articolo sul blog che parlasse dei siti Unesco in Italia e, a gran voce, avete risposto di sì! Così eccomi qui a parlarvi delle meraviglie italiane iscritte nella lista del Patrimonio Mondiale dell'Unesco.

 patrimonio unesco italia

Partiamo con qualche informazione generale. L'Unesco è un'organizzazione il cui acronimo sta per (United Nations Educational Scientific and Cultural Organization) Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura. Questo organismo venne creato nel secondo dopoguerra per promuovere la pace e la comprensione trai paesi attraverso la natura e la cultura. Oggi l'Unesco conta 195 stati membri (l'Italia è stata ammessa nel 1947) e 10 membri associati; la sede generale si trova in Francia, a Parigi, in un complesso di tre edifici dove si prendono tutte le decisioni che riguardano i siti patrimonio dell'umanità. L'obiettivo di questa organizzazione è quello di promuovere e valorizzare la bellezza di questi siti in modo tale da unire i popoli, favorire il dialogo e la comprensione reciproca. I siti del patrimonio mondiale sono tanti ma è proprio lo stato italiano a mantenere il primato mondiale con i suoi 55 siti, l'ultimo dei quali si è appunto aggiunto proprio nel 2019. La lista è quindi molto lunga a partire dal primo siti italiano, introdotto nel Patrimonio dell'Umanità nel 1979. Siete curiosi di scoprire tutti i siti Unesco in Italia? 

 siti unesco in italia

1979: Arte rupestre della Valle Camonica. Nella Valle Camonica, situata nell'area alpina dell'Italia Settentrionale, si trova una delle più grandi collezioni di incisioni rupestri al mondo: si tratta di oltre 140.000 simboli e figure incise nella roccia, risalenti a circa 8000 anni fa. I temi trattati sono diversi, come l'agricoltura, la caccia, la pesca, la navigazione, la guerra e la magia. Per valorizzare questo complesso sono stati costruiti 8 parchi archeologici e un museo nazionale della preistoria. Posso affermare di aver già avuto la fortuna di visitare uno di questi parchi anche se ero ancora molto piccola. Quando ero in terza elementare, siamo stati in gita al Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri di Naquane a Capo di Ponte in Lombardia: si tratta del primo parco in Valle Camonica, istituito nel 1955.

1980: Centro Storico di Roma, le proprietà extraterritoriali della Santa Sede nella città e San Paolo fuori le Mura. Anche in questo caso sono stata fortunata perchè in 32 anni sono stata a Roma ben 3 volte, l'ultima delle quali proprio all'inizio di quest'anno (trovate sul blog un articolo che descrive le meraviglie di Roma). Il centro storico di Roma è davvero ricco di meraviglie, non a caso Roma è Caput Mundi. Purtroppo non ho ancora visitato la zona di San Paolo fuori le Mura e spero davvero di poterci tornare presto!

 colosseo roma

fori imperiali roma

1980: la Chiesa e il Convento di Santa Maria delle Grazie e il "Cenacolo" di Leonardo da Vinci

1982: Centro storico di Firenze. Sono stata a Firenze ben due volte e mi ha sempre affascinata moltissimo. É una città semplice, molto raccolta, ancorata sulle rive dell'Arno, ma che nasconde un fascino artistico e culturale davvero notevole. Firenze nacque come insediamento etrusco poi trasformato in colonia romana, nel Medioevo divenne un centro vitale per l'Europa e nel Quattrocento acquisì il titolo di "culla del Rinascimento" grazie al lavoro di artisti come Leondardo da Vinci, Michelangelo e Brunelleschi al quale si deve la progettazione della splendida cupola che completa la Basilica di Santa Maria del Fiore, il Duomo di Firenze, simbolo della città. Trovarsi ai piedi di questa basilica è una sensazione stupenda!

 firenze

1987: Venezia e la sua laguna.

1987: Piazza del Duomo a Pisa

1990: Centro Storico di San Giminiano. Ho conosciuto questo antico borgo toscano a sud di Firenze in età adolescenziale e anche in questo caso devo ringraziare i miei genitori. Mi ricordo molto bene San Giminiano per le sue 14 torri gentilizie (in origine erano 72) che la contraddistinguono. Il centro storico ha un valore culturale inestimabile e mantiene intatta la sua autenticità. 

1993: I Sassi e il Parco delle Chiese Rupestri di Matera. Ecco un sito Unesco in Italia che ancora non ho avuto il piacere di visitare, anche se è da molto tempo inserito nella lista dei prossimi viaggi da fare. Siamo già stati in Puglia ma non siamo ancora riusciti a visitare nè i famosi Sassi di Matera nè il Parco delle Chiese Rupestri, un complesso di case, chiese, eremi e monasteri costruiti nelle grotte naturali della Murgia, un altopiano caratterizzato da grotte, caverne e burroni. Dai Francesco, quando organizziamo un viaggio a Matera?

sassi di matera 

1994: Vicenza e le ville del Palladio in Veneto

1995: Centro storico di Siena. A Siena ci sono stata parecchi anni fa con la mia famiglia: Siena è una splendida città medioevale perfettamente conservata nella quale gli edifici sono stati disegnati per adattarsi appieno al tessuto urbano. Il fulcro è rappresentato da Piazza del Campo, celebre luogo dove ogni anno il 16 agosto si tiene il celebre Palio dell'Assunta, una delle più famose competizioni equestri tra le Contrade di Siena. Avete mai assistito al Palio di Siena?

1995: Centro storico di Napoli

1995: Crespi d'Adda.

1995: Ferrara, città del Rinascimento, e il Delta del Po.

1996: Castel del Monte. Si tratta proprio di una meravigliosa fortezza medioevale risalente al 1240 che domina tutta l'Andria in Puglia. Purtroppo non siamo ancora riusciti a vederla ma se dovessimo tornare in Puglia, sarà una delle tappe obbligatorie.

castel del monte

1996: Trulli di Alberobello. Una cosa che non ci siamo fatti mancare durante il nostro primo viaggio insieme in Puglia, sono stati proprio i Trulli di Alberobello. Ho sempre voluto visitarli così nel primo anno in cui ho conosciuto Francesco, sono riuscita a convincerlo a portarmi a vedere i Trulli e siamo anche riusciti a dormire all'interno di un trullo! É stata un'esperienza meravigliosa! Alberobello è stupenda, non solo per i suoi Trulli, ma anche per la sua cucina, per l'atmosfera che si respira, per la tranquillità che offre e per i panorami incantevoli che regala agli occhi dei visitatori. Potete trovare il racconto del nostro viaggio tra i Trulli di Alberobello a questo link.

 trulli alberobello

trulli alberobello

1996: Monumenti paleocristiani di Ravenna.

1996: Centro storico di Pienza.

1997: Aree archeologiche di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata. In questo sito sono comprese parecchie aree archeologiche distinte. Proprio di recente, durante la nostra ultima crociera MSC nel Mediterraneo a bordo di MSC Musica, io e Francesco avuto la fortuna di visitare il parco archeologico di Pompei e ne sono rimasta davvero affascinata. Era molto toccante passeggiare all'interno di quello che restava di un'antichissima città romana e conoscere, attraverso resti e rovine, quali erano i costumi e le tradizioni degli abitanti di Pompei prima che l'eruzione del Vesuvio nel 70 d.C. distruggesse tutto. Pompei è del resto l'unico sito archeologico al mondo a fornire un quadro completo dell'antica città romana: ancora oggi si distinguono il foro, la piazza principale, diversi templi, negozi e botteghe, alcune lussuose ville con pavimenti a mosaico davvero ben conservati, e ancora bagni pubblici, teatri e alcuni edifici pubblici come il Capitolium. Un vero museo a cielo aperto che vi consiglio di visitare con una guida locale se per caso capitate in viaggio a Napoli.

 pompei

pompei

1997: il Palazzo reale del XVIII secolo di Caserta con il Parco, l'Acquedotto vanvitelliano e il Complesso di San Leucio.

1997: Costiera Amalfitana. Si trova lungo la costa tirrenica dell'Italia Meridionale, subito dopo Napoli, e caratterizzata da terrazzamenti per la coltivazione di vigneti e frutteti e da cittadine meravigliose come Amalfi, Positano o Ravello. Qui si trovano molti hotel di un certo fascino dove mi piacerebbe concedermi un weekend di puro relax per godermi fin dal primo risveglio del mattino il paesaggio mediterraneo della costiera amalfitana.

 costiera amalfitana

1997: Portovenere, Cinque Terre e Isole (Palmaria, Tino e Tinetto).

1997: Residenza Sabaude.

1997: Su Nuraxi di Barumini.

1997: area archeologica di Agrigento. Forse è più conosciuta come la Valle dei Templi di Agrigento: si tratta di un'area archeologica lungo la costa meridionale della Sicilia. I templi dorici presenti ad Agrigento testimoniano la grandezza della città fondata dai greci nel VI secolo a.C. e divenuta uno delle più importanti lungo il Mediterraneo. In Sicilia non ci sono proprio mai stata e sono davvero curiosa di conoscere questa regione d'Italia che non solo è ricca di storia e di cultura ma anche di specialità eno-gastronomiche da leccarsi i baffi.

 valle dei templi agrigento

1997: Piazza Armerina, villa romana del Casale.

1997: l'Orto Botanico di Padova.

1998: Area archeologica e Basilica Patriarcale di Aquileia.

1998: Centro storico di Urbino.

1998: Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, con i siti archeologici di Paestum, Velia e Certosa di Padula.

1999: Villa Adriana (Tivoli).

2000: Isole Eolie. Le Isole Eolie si trovano a nord est della Sicilia; sono ben 7 (Lipari, Vulcano, Salina, Stromboli, Filicudi, Alicudi e Panarea) e sono isole di origine vulcanica la cui attività è tutt'ora in corso. Tuttavia rappresentano un vero paradiso perchè offrono un ambiente naturale ricco di flora e di fauna con meravigliose spiagge, calette, grotte, insenature e faraglioni da lasciare a bocca aperta. Secondo me, il modo migliore per visitarle e per viverle appieno è con una crociera in barca a vela o in catamarano. Non credete?

 isole eolie

2000: Assisi, la Basilica di San Francesco e altri siti francescani.

2000: città di Verona. Chi non conosce la città di Verona e soprattutto la sua meravigliosa Arena, l'anfiteatro romano dove hanno luogo moltissimi spettacoli teatrali, musicali e molti concerti? Verona è una città dell'Italia Settentrionale affacciata sulle rive dell'Adige, nel punto in cui il fiume incontra la Pianura Padana. Ma Verona è anche la città di Romeo e Giulietta, personaggi dell'opera di Shakespeare, e proprio nel suo centro storico si trova la casa Giulietta, con il suo delizioso balcone affacciato sul cortile. Anche a Verona ci sono stata parecchie volte, l'ultima qualche anno fa, nel 2017, con Francesco; proprio sulla città di Verona ho scritto il primo articolo del blog Viaggia con Alice, in cui ci ho raccontato il nostro weekend romantico in uno dei Siti Unesco in Italia. Ve lo ricordate? Vi lascio qui il link, se per caso avete voglia di dare una rispolverata ai vostri ricordi.

 verona

2001: Villa d'Este (Tivoli).

2002: le città tardo barocche della Val di Noto.

2003: Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia. Non potevo non soffermarmi su questo punto visto che tra i Sacri Monti è compreso anche il nostro tanto caro Sacro Monte di Varese a pochi km da casa nostra, al quale si aggiungono quello di Varallo, di Crea, di Orta, di Oropa, di Ossuccio, di Ghiffa, di Domodossola e di Valperga. Sono tutti distinti da nove complessi di cappelle e architetture sacre del XVI e XVII secolo. Per conoscere maggiori informazioni sul Sacro Monte di Varese, vi invito a leggere l'articolo Una domenica di autunno nel Borgo del Sacro Monte di Varese.

 sacro monte di varese

sacro monte di varese

2004: Necropoli etrusche di Cerveteri e Tarquinia.

2004: Val d'Orcia. Si tratta di una valle incantevole e colorata situata nell'entroterra agricolo di Siena, nell'Italia Centrale. Qui si trovano paesaggi agricoli, viali di cipressi, colline verdi che si estendono fino all'orizzonte, la romana Via Francigena e le numerose abbazie e chiesette immerse nella natura, come la bellissima cappella della Madonna di Vitaleta dove vorrei presto andare in una delle prossime primavere.

2005: Siracusa e le necropoli rupestri di Pantalica.

2006: Genova, le Strade Nuove e il Sistema dei Palazzi dei Rolli.

 genova

palazzi dei rolli genova

2008: Mantova e Sabbioneta.

2008: la Ferrovia Retica nel paesaggio dell'Albula e del Bernina. La Ferrovia Retica parte da Tirano in Italia e arriva a St. Morits in Svizzera attraversando le Alpi svizzere tramite due passi, numerosi trafori, gallerie, ponti e viadotti. É sicuramente più conosciuta come il Trenino Rosso del Bernina, una meta turistica molto ricercata. Pensate che la ferrovia raggiunge la stazione di Ospizio Bernina a quota 2328 m s.l.m. rappresentando il più alto passaggio ferroviario d'Europa. É un'avventura incantevole sia d'estate che d'inverno. Io ho avuto la fortuna di provare l'emozione del Trenino del Bernina a fine febbraio quando c'era ancora molta neve lungo tutto il tragitto. É merito di Francesco che ha pensato di regalarmi questa avventura per San Valentino; ne approfitto per lasciarvi il link dell'articolo al quale potrete trovare il racconto della nostra giornata a bordo della Ferrovia Retica.

 trenino del bernina

2009: Dolomiti. Come dare torto a questa scelta! Le Dolomiti sono il paradiso della montagna con paesaggi naturali montani di eccezionale bellezza. Non a caso il riconoscimento Unesco premia il valore del paesaggistico e naturalistico delle Dolomiti: il "paesaggio dolomitico" rappresenta una specifico esempio di paesaggio montano caratterizzato da una vasta gamma di colori dovuti al contrasto tra zone verdi, aree boschive, laghi e creste rocciose. Siamo stati sulle Dolomiti nel 2018 alla scoperta della natura delle Tre Cime di Lavaredo e del Lago di Braies durante il nostro viaggio on the road tra Italia e Slovenia (vi lascio qui il link dell'articolo). In estate le Dolomiti sono il paradiso del trekking e delle passeggiate a contatto con la natura mentre in inverno si trasformano in una delle principali mete turistiche per sciatori ed alpinisti! Un Sito Unesco in Italia di cui ne andiamo davvero molto fieri.

 dolomiti tre cime di lavaredo

dolomiti tre cime di lavaredo

2010: Monte San Giorgio. É una montagna a forma di piramide situata adiacente al Lago di Lugano a cavallo tra il territorio italiano e quello svizzero. Il Monte San Giorgio è considerato la miglior sequenza fossilifera per la vita marina nel Triassico Medio e rappresenta la testimonianza di un ambiente di laguna tropicale abitata da rettili, pesci e crostacei. Non sapevo che tra i Siti Unesco in Italia, rientrasse anche una montagna a noi così vicina!

2011: i luoghi dei lomgobardi in Italia.

2011: siti palafitticoli preistorici delle alpi.

2013: Ville e giardini medicei in Toscana.

2013: Monte Etna.

2014: paesaggi vitivinicoli in Piemonte, Langhe-Roero e Monferrato. Il Piemonte non è per nulla lontano da casa nostra per cui ci è già capitato più volte di vivere qualche weekend di relax tra i borghi, i vigneti, i casali e i castelli di origine medioevale di cui è ricca questa regione. Siamo nella terra dei tartufi e del buon vino come il Barbera, il Barolo, il Barbaresco o il Moscato d'Asti, vini che onestamente non mancano mai sulle nostre tavole. Nel 2017 abbiamo anche preso parte ad un evento straordinario che si tiene nella zona del Barolo il 1 maggio di ogni anno: la Caccia al Tesoro nella Langa del Barolo, ne avete mai sentito parlare? Una vera e propria caccia al tesoro in auto o in moto (non certo a piedi ragazzi!) tra le cantine, i vigneti e i borghi delle Langhe! Siamo arrivati anche in ottima posizione aggiudicandoci una buona bottiglia di vino! Per conoscere al meglio questa avventura e avere maggiori informazioni a riguardo, vi consiglio di leggere questo articolo del blog!

 langhe

langhe

2015: Palermo arabo-normanna e le cattedrali di Cefalù e Monreale.

2017: opere di difesa veneziane del XVI e XVII secolo, Stato di Terra - Stato di Mare Occidentale.

2017: antiche faggete primordiali dei Carpazi.

2018: Ivrea.

2019: Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene. Ed ecco l'ultima new entry del 2019 tra i Siti Unesco in Italia! Un applauso enorme a questa meravigliosa location: si tratta di un gruppo di colline nella provincia di Treviso, in Veneto, caratterizzate dai cosiddetti ciglioni, terrapieni sui quali sono stati realizzati terrazzamenti stretti ed erbosi per i filari di viti. Una grande notizia per gli amanti delle bollicine, ora il prosecco di queste zone avrà sicuramente un valore in più! Festeggiamo con un bel brindisi con un bicchiere di prosecco!

colline del prosecco

Condividi!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Viaggia Con Alice Vieni A Conoscermi 400x400

Benvenuti in "Viaggia con Alice"!

Ogni viaggio è un racconto, vieni anche te alla scoperta del mondo!

Vieni a conoscermi!

Viaggia Con Alice Collaborazioni Esplora Il Lago Maggiore
Viaggia Con Alice Collaborazioni Esplora Tour
Viaggia Con Alice Collaborazioni Amazon
Viaggia Con Alice Collaborazioni Capitola
Viaggia Con Alice Collaborazioni Get Your Guide

Viaggia con Alice - Ogni viaggio è un racconto!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Tutti i testi pubblicati in questo blog e le fotografie sono coperti da copyright, tutti i diritti sono riservati. Alcune immagini utilizzate in questo blog provengono dal web, se dovessero, in qualsiasi modo, ledere il diritto d’autore, previa comunicazione, verranno subito rimosse.

viaggiaconalice@gmail.com