Cosa vedere a Vienna

Il Belvedere è uno dei principali musei di Vienna contenenti importanti collezioni artistiche
Il Belvedere è uno dei principali musei di Vienna contenenti importanti collezioni artistiche

Vienna è una città tutta da esplorare. Per questo occorre organizzare al meglio il proprio tempo e predisporre un itinerario ben programmato. Le mete principali sono molto vicine tra loro e non occorrono molti giorni per scoprire tutta la storia, la cultura e l'arte che si celano tra le sue strade. I principali palazzi da visitare restano il Castello di Schombrunn e l'Hofburg, museo del Tesoro Imperiale. Il Castello di Schombrunn (raggiungibile con la linea verde della metropolitana scendendo all'omonima fermata in corrispondenza dell'ingresso al castello) era la residenza estiva dell'imperatore d'Austria, collocata ai tempi in campagna: oltre alla visita degli appartamenti imperiali offre anche un meraviglioso ed immenso parco ad accesso libero con sontuose fontane, una voliera, un labirinto, infinite aiuole di piante e fiori e una serra di palme. Per l'ingresso sono possibili diverse tipologie di biglietto: l'Imperial Tour costa 14,20 € e offre una visita breve lungo 22 sale mentre il Grand Tour costa 17,50 € offrendo un percorso più lungo di 40 sale. Entrambi i biglietti comprendono l'uso dell'audioguida multilingue. L'offerta più conveniente è a mio dire il Sissi Ticket al costo di 29,90 € che in un unico biglietto comprende: il Grand Tour nel Castello, la visita del palazzo dell'Hofburg e l'ingresso al Museo del Mobile di Vienna. Anche se quest'ultimo museo magari non vi suscita grande interesse, considerate che il costo del Sissi Ticket è comunque inferiore rispetto al costo totale del Grand Tour nel Castello sommato al biglietto di visita dell'Hofburg (17,50 € + 13,90 € = 31,40 € più alto rispetto ai 29,90 € del Sissi Ticket). Ricordatevi che i biglietti sono acquistabili anche online ai vari siti di riferimento. Se Schombrunn era la reggia estiva, l'Hofburg (raggiungibile con la fermata di Herrengasse della linea arancio della metro) fu per più di 600 anni la residenza degli Asburgo dal 1283 al 1918. Qui visse anche l'imperatore Francesco Giuseppe con la moglie, la celebre principessa Sissi. All'interno del palazzo possiamo ammirare gli appartamenti imperiali, il Museo delle Argenterie di corte e il Museo di Sissi dedicato alla principessa d'Austria che ci aiuta a conoscere meglio questa figura molto complessa, amante dei viaggi e degli sport estremi ma a tratti depressa, triste e sicuramente restia ai cerimoniali di corte. Un personaggio affascinante ma così misterioso tanto da diventare un'icona per il pubblico femminile e da essere celebrato in molti libri e film. Uscendo dall'area dell'Hofburg si arriva facilmente a piedi all'Opera di Stato, costruita nel 1860, uno dei teatri più grandi al mondo. Il Burgtheater è invece il teatro nazionale a Vienna nonchè uno dei più importanti teatri tedeschi al mondo.

Il Duomo di Santo Stefano domina il centro storico di Vienna
Il Duomo di Santo Stefano domina il centro storico di Vienna

Il centro della città di Vienna è dominato dal Duomo di Santo Stefano, una chiesa cattolica situata nell'omonima piazza (anche qui troviamo una comoda fermata della metro). E' possibile salire sulla sua torre nord con una lunga scalinata di 343 scalini. Da qui si gode di una vista mozzafiato su tutta la città. Inoltre in tal modo si può ammirare la Pummerin ovvero la vecchia campana della torre ottenuta dalla fusione di circa 100 palle di cannone, quelle stesse palle che furono sparate dal turchi contro Vienna durante il loro assedio. La salita nella torre e la visita annessa costano 5,50 €. Dalla piazza di Santo Stefano (Stephansplatz) si diramano due lunghe vie pedonali ricche di boutique, souvenir, Kaffeehaus e pasticcerie. Nei pressi del Duomo troviamo altri siti di notevole interesse storico culturale: la Colonna della Peste chiamata Pestsaule, una monumentale opera votiva ricca di decorazioni in oro tipiche dello stile barocco, eretta nella seconda metà del 1600 come ringraziamento per la fine di una terribile epidemia, e la Mozarthaus, situata lungo Domgasse al numero 5. Rappresenta ciò che resta della casa dove il compositore Wolfgang Amedeus Mozart visse con la sua famiglia negli anni più ricchi della sua vita. Nel biglietto di ingresso, al costo di 11 €, è compresa anche un audioguida che nel corso della visita vi racconta la storia e lo stile di vita di questo grande artista. A Vienna troviamo anche il Sigmund Freud Museum, dedicato al padre della psicoanalisi. Se siete interessati, dovete spostarvi nel 9° distretto, a Berggasse 19: in questo palazzo vissero Freud e la sua famiglia dal 1891 al 1938, quando fuggì in Inghilterra di fronte all'incombere della minaccia nazionalsocialista. Ciò che resta è ben poco ma un'audioguida (al costo di 11 €) permette di ricostruire la vita e le abitudini di questo filosofo percorrendo le varie stanze della casa. Tra gli altri palazzi che meritano una visita dall'esterno troviamo il Rathaus, il municipio di Vienna in stile neogotico, e il Parlamento in stile neoclassico situato lungo il Ring. I due edifici sono molto vicini tra loro, raggiungibili sia a piedi che con la metro da Stephansplatz.

Per immergervi appieno nell'arte, vi consiglio una visita del Palazzo del Belvedere, un tempo residenza estiva del principe Eugenio di Savoia, grande condottiero austriaco. Il palazzo è composto da due sezioni separate, una Superiore ed una Inferiore, collegate tra loro da giardini alla francese con aiuole fiorite, fontane spumeggianti e con una vista mozzafiato sulla città. Il Belvedere Superiore ospita una collezione d'arte austriaca che va dal Medioevo ai giorni nostri, con quadri di pittori come Monet e Van Gogh e con capolavori del celebre Gustav Klimt come “Il Bacio” o “Giuditta I”. Il Belvedere Inferiore offre la visita degli appartamenti e delle sale di rappresentanza usate dal principe ed ospita un museo di arte barocca austriaca. Il costo del biglietto combinato è di 20 €. La visita solo del Superiore costa 14 € mentre solo dell'Inferiore costa 12 €. L'audioguida si paga a parte al costo di 4 €.

Vicino al Musikverein si trova Karlskirche, una chiesa dalla cupola verde-rame
Vicino al Musikverein si trova Karlskirche, una chiesa dalla cupola verde-rame

Da non perdere è anche Karlsplatz, un'enorme piazza appena fuori dalla Ringstraße che rappresenta uno dei principali nodi del traffico di Vienna. Buona parte della piazza è occupata dal Resselpark ma numerosi sono gli edifici importanti che si affacciano su di essa come la bellissima Karlskirche (Chiesa di San Carlo Borromeo), il Wien Museum e il padiglione della metropolitana disegnato da Otto Wagner, e molti palazzi storici come il Musikverein, il teatro dove ogni primo giorno dell'anno viene celebrato il famoso Concerto di Capodanno di Vienna, il Palazzo della Secessione, l'Accademia delle Belle Arti o la moderna biblioteca universitaria. Karlsplatz è molto conosciuta anche come sede del Naschmarkt, un vasto mercato esteso dalla piazza per più di 500 m che offre beni di ogni genere come delizie alimentari tipiche austriache, frutta, verdura, spezie, formaggi ma anche capi di abbigliamento, accessori di arredo casa, scarpe, gioielli e molto altro. Il mercato si tiene dal lunedì al venerdì.

Se desiderate conoscere Vienna attraverso l’estro dei suoi maggiori artisti, vi consiglio un visita al Palazzo della Secessione, simbolo dell’omonimo movimento artistico, sviluppatosi in Germania e nella città austriaca tra il XIX e il XX secolo. Infatti nel 1897 Gustav Klimt, insieme ad altri artisti, lasciò la Künstlerhaus per distaccarsi dal suo stile accademico e fondare questa nuova associazione artistica, cui venne dato il nome di “Secessione”. Il palazzo fu disegnato nel 1897 dall'architetto Joseph Maria Olbrich come manifesto del movimentoDall'esterno domina la delicata cupola rivestita di foglie d'oro (chiamata dai viennesi "il cavolo d'oro"). All'interno, oltre a mostre temporanee che vengono allestite periodicamente, troviamo al piano interrato il celebre "Fregio di Beethoven" di Klimt, l'imponente opera lunga 34 m. L'ingresso al palazzo costa 9,50 € ed è aperto da martedì a domenica. Vicino al Palazzo della Secessione sorge l'Accademia delle Belle Arti che conserva come opera principale il "Giudizio Universale" di Bosch.

La Hundertwasserhaus di Vienna è un complesso di case popolari molto colorate e dalle forme strane
La Hundertwasserhaus di Vienna è un complesso di case popolari molto colorate e dalle forme strane

Una breve visita merita anche la Hundertwasserhaus, un complesso di case popolari costruite nel 1986 nel quartiere di Landstrabe per opera dell'architetto Friedensreich Hundertwasser. L'edificio comprende 52 appartamenti abitati da privati e quindi visibili solo dall'esterno. Chi abita nella Hundertwasserhaus ha il diritto di decorare la facciata intorno alle proprie finestre secondo il proprio gusto personale con colori vivaci e brillanti e con decorazioni dalle forme bizzarre che attraggono inesorabilmente gli sguardi. Più di 200 alberi e arbusti sui balconi e sulle terrazze trasformano l’edificio in un’oasi verde nel cuore della città. Di fronte al complesso troviamo l’Hundertwasser Village, un piccolo centro commerciale al coperto realizzato dall’artista nel 1990-91. Anche qui viene mantenuto lo stesso stile architettonico colorato: comprende una “piazza di paese”, un bar e numerosi negozi di souvenir. Non dimenticatevi inoltre che Vienna è ricca di parchi ed aree verdi, affollate soprattutto durante la stagione calda per un pò di relax, un passeggiata all'aria aperta o un giro in bicicletta. Ne sono un esempio lo Stadtpark, il Volksgarten e il Burggarten. Nello Stadtpark si trova uno dei monumenti più fotografati al mondo, la statua dorata di Johann Strauß, insieme a molti altri monumenti e sculture dedicati a personaggi di spicco della storia austriaca. Prati, aiuole, qualche albero esotico e un ampio stagno fanno di questo parco un'oasi verde pubblica nel cuore della città, la prima per esattezza inaugurato nel 1862 dopo l'abbattimento delle antiche mura cittadine. Se invece siete ammiratori dell'imperatrice Sissi, non perdetevi il monumento a lei dedicato, eretto nel 1957 nel Volksgarten, mentre per gli estimatori di Mozart abbiamo la statua del genio della musica nel Burggarten. Entrambi questi giardini si trovano proprio fuori dal palazzo dell'Hofburg. Il Burggarten, in perfetto stile inglese, era il giardino privato dell'imperatore Francesco Giuseppe I. Nel 1919, tre anni dopo la morte del monarca, il Burggarten venne aperto al pubblico e oggi contiene anche la Serra delle Palme e la Casa delle Farfalle, dove vivono centinaia di farfalle esotiche.

Il Prater imbiancato durante le feste natalizie
Il Prater imbiancato durante le feste natalizie

Tutte le attrazioni finora citate sono collocate a ovest del Danubio. Sul lato est del fiume troviamo la Danube Tower al centro del Danube Park (la fermata metro più vicina è Alte Donau). La Danube Tower venne costruita nel 1964 e con i suoi 252 m di altezza è l'emblema di Vienna. E' possibile godere di una vista mozzafiato dalla piattaforma di osservazione posta a 150 m dal suolo, raggiungibile in meno di 35 sec con due ascensori a vetri. Il costo del biglietto è d 10 €. Sulla piattaforma è presente anche il ristorante panoramico Donauturm. Per completare la giornata con una divertente passeggiata in mezzo alla natura, vi consiglio un giro al Prater, un altro grande parco pubblico delimitato dal Danubio da un lato e dal Danaukanal dall'altro. Il Prater ospita un parco di divertimenti chiamato Wurstelprater (raggiungibile con la fermata metropolitana di Praterstern) con giostre e attrazioni per grandi e piccini tutte funzionanti da marzo a ottobre. Sempre funzionante è invece la celebre Ruota Panoramica di Vienna, la Wiener Riesenrad, che dall'anno dell'inaugurazione, il 1897, è diventata il simbolo della città. Il costo del giro sulla ruota è di 9,50 €. Di fronte alla ruota troviamo anche il Madame Tussauds, il museo delle cere diffuso in tutto il mondo. Se siete a Vienna nel periodo a cavallo delle festività natalizie, troverete la città invasa di mercatini di Natale. Da metà novembre fino all'Epifania, le più belle piazze di Vienna si riempiono di addobbi, lucine colorate e di bancarelle di ogni tipo. Il profumo dei tipici dolcetti natalizi e del punch caldo insieme alla melodia dei canti natalizi creano un'inconfondibile atmosfera. Troverete articoli da regalo, decorazioni per l'albero di Natale, prodotti artigianali, specialità culinarie, dolciumi e bevande calde. Nella Piazza del Municipio, nel Prater o davanti al Duomo di Santo Stefano, in ogni angolo della città troviamo un richiamo alle feste. Questa atmosfera calda e festosa è molto gradita ai turisti ma non dimenticatevi di portare sciarpa, guanti e cappotto imbottito! A Vienna in inverno la neve non manca mai! Se invece amate pattinare sul ghiaccio, sempre nella Piazza del Municipio viene allestita una bellissima pista di pattinaggio.

Condividi!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Viaggia Con Alice Vieni A Conoscermi 400x400

Benvenuti in "Viaggia con Alice"!

Ogni viaggio è un racconto, vieni anche te alla scoperta del mondo!

Vieni a conoscermi!

Viaggia Con Alice Collaborazioni Viaggo
Viaggia Con Alice Collaborazioni Civitatis
Viaggia Con Alice Collaborazioni Esplora Il Lago Maggiore
Viaggia Con Alice Collaborazioni Amazon
Viaggia Con Alice Collaborazioni Esplora Tour

Viaggia con Alice - Ogni viaggio è un racconto!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Tutti i testi pubblicati in questo blog e le fotografie sono coperti da copyright, tutti i diritti sono riservati. Alcune immagini utilizzate in questo blog provengono dal web, se dovessero, in qualsiasi modo, ledere il diritto d’autore, previa comunicazione, verranno subito rimosse.

viaggiaconalice@gmail.com