Cosa vedere a Tenerife

cosa vedere a Tenerife

Benvenuti sull'isola di Tenerife! Oggi vi racconto cosa vedere a Tenerife, splendida isola delle Canarie, perfetta come meta di viaggio per tutto l'anno! Tenerife è la più grande isola dell'arcipelago delle Canarie, non lontana dalla costa africana: è un'isola vulcanica dominata dal monte Teide, un vulcano dormiente che con i suoi 3718 m rappresenta la vetta più alta di Spagna. Tante sono le cose da vedere a Tenerife: musei, spiagge di sabbia nera, gite di barca, splendide cittadine come La Orotava, Puerto de La Cruz o San Cristobal de La Laguna.

L'isola di Tenerife ci ha davvero sorpreso anche perchè offre esperienze di visita adatte a tutti. Inoltre è facilmente raggiungibile in aereo con diverse compagnie aeree low-cost che partono dai principali aeroporti italiani. Il clima è perfetto anche in inverno con temperature che oscillano tra i 20-16°C. Sul blog trovate un articolo articolo dedicato all'isola di Tenerife nel quale vi do maggiori informazioni su come e quando organizzare il vostro viaggio, sul periodo migliore per andare a Tenerife, su dove dormire e come noleggiare un automobile. Vi lascio qui il link Dove dormire a Tenerife in appartamento: Tortuga's Mood. In questo articolo invece vi parlo di cosa vedere a Tenerife. Se siete a caccia della migliore offerta sull'alloggio per organizzare un viaggio a Tenerife, vi lascio qui il link per visitare il portale di prenotazione.

cosa vedere a Tenerife

cosa vedere a Tenerife

 

MENU'

 

IL PARQUE NACIONAL DEL TEIDE

La prima cosa da vedere a Tenerife è il  PARCO NAZIONALE DEL TEIDE. Il Teide è il vulcano dell'isola di Tenerife che con i suoi 3718 metri è la vetta più alta della Spagna e il terzo vulcano del mondo per altitudine dalla sua base, dopo il Mauna Loa e il Mauna Kea nelle isole Hawaii. Dal 1954 il Teide e tutta la zona circostante di 190 Km² (circa 18.990 ettari) sono entrati a far parte del Parque Nacional del Teide e nel 2007 è entrato a far parte dei beni del Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco. É uno dei parchi europei più visitati. Il Teide si trova al centro dell'isola di Tenerife ed è pronto a farvi sempre compagnia in tutto il vostro viaggio, in quanto quasi sempre visibile da ogni lato grazie al suo picco altissimo. É possibile visitare il parco e salire sulla cima del Teide: è un tesoro geologico straordinario caratterizzato da crateri, camini, colate laviche, fumarole che creano un paesaggio davvero straordinario e unico al mondo. Il Teide resta un vulcano attivo: la sua più recente eruzione risale al 1909.

cosa vedere a Tenerife

cosa vedere a Tenerife

Raggiungere il Teide è molto semplice grazie ad una funivia in funzione tutto l'anno in base alle condizioni climatiche. La stazione base si trova ad una altezza di 2356 metri ed è facilmente raggiungibile in automobile: nei pressi della stazione è presente un parcheggio gratuito con 220 posti auto che in estate rischia di riempirsi velocemente per cui calcolate bene le tempistiche per organizzare al meglio la vostra escursione al Teide. In alternativa è raggiungibile in autobus. Lungo la strada che conduce alla stazione base della funivia, sono presenti diversi sentieri di trekking mappati e alcuni punti panoramici dove potersi fermare per scattare delle fotografie suggestive. Per salire sul Teide è possibile utilizzare appunto la funivia, ma in alternativa è presente anche un sentiero lungo 9 km e percorribile in circa 6/7 ore di buon passo passando per la Montaña Blanca. La funivia è la soluzione decisamente più comoda e semplice: in soli 8 minuti percorre un dislivello di quasi 1200 metri tra la stazione base e quella superiore, chiamata La Rambleta e posta a 3555 metri di altitudine. Le opzioni per visitare il Teide sono molte: vi lascio qui il link del sito web dedicato https://www.volcanoteide.com/it per poter scegliere quella che fa al caso vostro. Sono disponibili anche trekking ed escursioni guidate sia durante il giorno ma anche di notte in quanto il Teide rappresenta il luogo ideale per poter vedere e studiare le stelle. Ecco perchè non molto lontano dalla funivia si trova l'Osservatorio Astronomico

cosa vedere a Tenerife

cosa vedere a Tenerife

Noi abbiamo prenotato un viaggio in funivia a/r con audioguida al costo di 39,50€ a persona (la prenotazione online è consigliata soprattutto in alta stagione; in caso di vento o condizioni meteo avverse a causa delle quali la funivia è chiusa, c'è la possibilità di prenotare una nuova data). Inoltre da amante delle guide cartacee, alla biglietteria della stazione base della funivia ho acquistato una guida cartacea in italiano dei sentieri del Parco Nazionale del Teide (non mi ricordo il costo esatto, o 2€ o 5€ comunque). Una volta raggiunta la stazione superiore La Rambleta, potrete scegliere tra 3 sentieri di trekking: guardando la vetta del Teide, alla sinistra parte il sentiero num 12 al Belvedere di Pico Viejo che permette di ammirare la parte meridionale dell'isola di Tenerife oltre alle isole di El Hierro, La Gomera e la Palma; alla destra parte il sentiero num 11 al Belvedere di La Fortaleza che permette di ammirare la parte settentrionale dell'isola di Tenerife oltre all'isola di Gran Canaria. É possibile anche raggiungere la cima del vulcano, il Pico del Teide, attraverso il sentiero num 10 di Telesforo Bravo ma attenzione: l'accesso non è libero! È necessario un permesso gratuito che le guardie del Parco Nazionale vi chiederanno prima di farvi iniziare il sentiero. Per ottenere il permesso occorre fare richiesta con largo anticipo al seguente link. Sono consentiti solo 200 accessi al giorno e la richiesta è sempre molto alta. In alternativa qualora non sono più presenti accessi disponibili, è possibile prenotare un'escursione guidata in inglese o spagnolo che comprende oltre alla guida, la funivia a/r e il permesso di accesso al Pico del Teide. Vi lascio qui il link qualora siate interessati a questa attività. Organizzare un'escursione guidata o in autonomia al Teide è una delle cose più belle da fare a Tenerife. Il panorama che si ammira da lassù è straordinario: fate attenzione che, appena arrivati con la funivia a La Rambleta, è possibile che sentirete un pò la carenza di ossigeno dovuta all'altezza.

cosa vedere a Tenerife

 

UNA PIANTAGIONE DI BANANE

Pochi sanno che proprio l'isola di Tenerife è uno dei principali produttori di banane grazie alla presenza di un clima mite che consente alle banane di restare più tempo sulle piante. Dunque buona parte del suolo dell'isola è destinato ad ospitare immense PIANTAGIONI DI BANANE. Il frutto sembra essere giunto sull'isola grazie ai mercanti portoghesi che lo portarono dalle colonie africane: a Tenerife ha trovato il suo ambiente ideale. Oggi alle Canarie la banana è un ingrediente abituale delle merende dei bambini e delle colazioni dei locali, senza contare che viene utilizzata per la preparazione di molte ricette e di alcuni distillati. La valle de La Orotova è rinomata per i suoi bananeti. Da diversi anni vengono organizzati e proposti ai visitatori dell'isola di Tenerife tour guidati all'interno dei bananeti dell'isola alla scoperta della storia dell'azienda e dei metodi di coltivazione delle banane.

cosa vedere a Tenerife

cosa vedere a Tenerife

Noi abbiamo prenotato la nostra visita guidata ad una piantagione di banane di Tenerife tramite il portale di Civitatis. Il tour dura circa un'ora, avviene in lingua spagnola e costa 20€ a persona. Il ritrovo è fissato presso l'ingresso di una piantagione di banane biologiche sulla strada El Rincón nel comune di La Orotava, a nord dell'isola. In fase di prenotazione potete scegliere il giorno e l'orario desiderato. La guida ci ha condotti all'interno della piantagione tra le piante di banane, raccontandoci la storia dell'azienda agricola: ogni anno vengono prodotte 1500 tonnellate di banane su un'estensione territoriale di circa 3 ettari. La guida ci illustra poi tutte le fasi del processo di produzione, dalla nascita di una nuova pianta (ogni pianta di banane vive un solo anno e, una volta dati i suoi frutti, muore lasciando una nuova generazione) fino alla raccolta delle banane e alla loro commercializzazione. La varietà di banana coltivata sull'isola di Tenerife è il platano canario che impiega circa 3-4 mesi a giungere a completa maturazione: da qui deriva il suo sapore intenso e la sua ricchezza a livello di nutrienti e vitamine. La visita alla piantagione di banane si conclude ovviamente con una degustazione di banane ma anche di un liquore a base di banana, il Cobana, tipico dell'isola di Tenerife. Se però volete comprare qualche bottiglia da portare a casa, vi consiglio di farlo al supermercato dove troverete prezzi più economici. Vi lascio qui ↓ sotto il link per la prenotazione all'esperienza con Civitatis.

 

Sempre parlando di banane, volevo ricordarvi che a Icod de Los Vinos, a 25 km da La Orotava, si trova la Casa del Platano, un piccolo museo ricavato all'interno di un giardino di banane che aiuta a scoprire attraverso delle istallazioni e delle fotografie le caratteristiche e la storia del platano canario sull'isola di Tenerife. L'ingresso ha un costo di 5€. Terminata la vista è possibile richiedere una piccola degustazione di prodotti a base di banana e acquistarli presso lo shop. Vi lascio qui il link del museo per maggiori informazioni a riguardo http://casadelplatano.com/

cosa vedere a Tenerife

cosa vedere a Tenerife

 

LA CASA DE LOS BALCONES

Sempre a La Orotava si trova LA CASA DE LOS BALCONES, un gioiello architettonico del XVII secolo la cui costruzione venne ultimata nel giugno del 1632. Si tratta di una villa signorile, tipica abitazione in cui vivevano i signori delle Canarie, i cui balconi di legno intagliato e adornati di fiori attirano gli sguardi di tutti. L'edificio è una vera casa museo perchè offre un compendio di architettura, storia, tradizione e folclore. La casa ospita anche un'esposizione di artigianato tipico delle isole Canarie, dalla produzione di vino fino al ricamo e alla cesteria. L'abitazione è composta da diverse stanze organizzate su due piani e si apre attraverso dei meravigliosi balconi di legno intagliato su un cortile interno ricco di piante e fiori. Non manca ovviamente il bagno. Ogni stanza della Casa de Los Balcones mostra una fedele riproduzione degli arredi dell'epoca, permettendo chiaramente di capire come fosse la vita a quei tempi.

cosa vedere a Tenerife

Mi ha colpito tantissimo scoprire come nel 1600 avessero già adottato un particolare sistema di pulizia/filtraggio dell'acqua piovana utilizzando la pietra lavica, che sull'isola era particolarmente abbondante. Al piano superiore tra la cucina e il bagno è possibile ammirare questo strumento in funzione. Al piano inferiore è presente anche un torchio impiegato per la produzione casalinga di vino. Il costo di ingresso è di 5€. Aggiungendo 1€ è possibile avere un'audioguida multilingua, non disponibile in questo periodo. In alternativa è possibile scaricare un'app gratuita utilizzando un apposito QR code, disponibile però solo in inglese e spagnolo. Anche in questo caso è possibile prenotare e riservare il vostro biglietto di ingresso attraverso il portale di Civitatis al seguente link.

cosa vedere a Tenerife

cosa vedere a Tenerife

 

SAN CRISTOBAL DE LA LAGUNA

Tra le cose da vedere a Tenerife, tante sono le cittadine da non perdere: La Orotava, Puerto de La Cruz, Santa Cruz de Tenerife, Icod de Los Vinos, Los Cristianos e non da ultimo, la bellissima SAN CRISTOBAL DE LA LAGUNA. Anche chiamata semplicemente La Laguna, è una città del XVI secolo: venne fondata da Alonso Fernandez de Lugo, il quale scelse l'entroterra per sfuggire agi attacchi dei pirati. Fu una delle prime capitali delle Isole Canarie: ecco perchè ancora oggi conserva dimore storiche color pastello, portici in pietra, cortili interni con balconate in legno, accoglienti negozi e ristoranti e un’atmosfera vivace e universitaria. L'Università di La Laguna è stata la prima università delle Canarie, fondata nel 1701. Inoltre la sua struttura e la sua conformazione divennero un modello per la progettazione urbanistica di molte città dell'Amarica Latina come L'Avana o Lima. Anche per questo motivo nel 1999 San Cristobal de La Laguna venne dichiarata Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco. La cittadina è molto ordinata ed elegante, con edifici squadrati e tutti alla stessa altezza, disposti in modo parallelo tra loro a creare quartieri geometrici e simmetrici. Non mancano negozietti, boutique, localini e bar pittoreschi, affollati dai giovani universitari soprattutto nelle ore serali. Una delle vie principali è Calle de San Agustín, dove sorgono la Casa Salazar, l’antico Convento di San Agustín e il Palazzo di Lercaro. Non dimenticatevi di vedere la Cattedrale (l'unica di Tenerife) e la chiesa della Concepción. È possibile salire sul campanile di quest'ultima, alto 28 metri, per vivere la curiosa esperienza di trovarsi su un piccolo “grattacielo” con vista.

cosa vedere a Tenerife

 

LE PISCINE NATURALI

Le Isole Canarie sono affacciate sull'oceano ma offrono ai visitatori delle risorse naturali davvero straordinarie: faccio riferimento alle PISCINE NATURALI, degli spazi chiusi lungo la costa dell'isola in cui l'acqua si è creata un varco in modo del tutto naturale creando delle vere e proprie piscine. All'interno di queste piscine naturali l'acqua di mantiene abbastanza calma e decisamente più calda, in quanto la pozza d'acqua che costituisce la piscina è protetta da rocce o scogli che ne delimitano il perimetro. Il solo intervento umano è stato quello di costruire scalette o passerelle per facilitare l'accesso. Anche a Tenerife non mancano le piscine naturali. Vi lascio qui alcuni esempi: Charcos Los Chocho, Charco de El Rayo a Buenavista del Norte, El Tancón, El Caletón de Garachico e la bellissima Charco del Viento (nella prima foto qui ↓ sotto) a pochi km dalla cittadina di Icod de Los Vinos. Non potete fare a meno di farvi un tuffo in una delle piscine naturali sparse lungo la costa dell'isola di Tenerife. Vi consiglio di portare anche maschera, boccaglio e pinne per poter ammirare i fondali marini all'interno delle piscine naturali. In alcuni casi troverete tante formazioni particolari, tanta vegetazione e tanti pesci colorati. Fate attenzione però alle maree: il livello dell'acqua delle piscine naturali e di conseguenza la loro accessibilità è strettamente legata al moto delle maree. Quando la marea è alta la piscina è sommersa e quindi inesistente, mentre quando la marea è troppo bassa, rischia di essere asciutta. Vi lascio qui il link per poter monitorare l'andamento delle maree sull'isola di Tenerife.

cosa vedere a Tenerife

cosa vedere a Tenerife 

 

LA CASA DEL CARNAVAL

Durante un viaggio sull'isola di Tenerife, un giorno va sicuramente dedicato a Santa Cruz de Tenerife, principale città dell'isola nonché importante snodo portuale e polo culturale turistico. Santa Cruz de Tenerife è stata capitale dell'isola di Tenerife dal 1723 e l'unica capitale delle Isole Canarie fino al 1927, anno in cui inizierà a condividere questo ruolo con Las Palmas de Gran Canaria. Tanti sono gli edifici e i luoghi da visitare a Santa Cruz de Tenerife come Plaza España, la Iglesia de Nuestra Señora de la Conceptión, il Castillo de San Juan o l'Auditorio che molto ricorda l'Opera House di Sidney. L'Auditorio sorge in una posizione straordinaria, affacciato sull'oceano in quanto si trova sul lungomare di Los Llanos: è stato progettato dall'archistar Santiago Calatrava e completato nel 2003, e può ospitare fino a 1616 persone nella sala principale avvolta da una cupola oltre ai 422 nella sala della musica da camera. Poco fuori dal centro di Santa Cruz de Tenerife (ma comunque raggiungibile anche a piedi) abbiamo scoperto un bellissimo e colorato museo, inaugurato nel 2017. Si tratta della CASA DEL CARNAVAL, un museo che racconta la storia della principale festa che si svolge ogni anno a febbraio per le strade di Santa Cruz de Tenerife. Il Carnevale di Tenerife ha sempre attirato milioni di turisti da tutto il mondo ed è considerato il secondo Carnevale più conosciuto e più popolare a livello internazionale dopo quello di Rio de Janeiro in Brasile. L'edificio è sito nel parco del Barranco de Santos, non molto lontano dal Mercado de Nuestra Señora de Africa e ha una superficie di 1.052 m².

cosa vedere a Tenerife

Il museo è aperto al pubblico tutti i giorni della settimana dalle 10.00 alle 18.30 e l'ingresso è gratuito. É uno dei musei che più mi ha colpito di tutta l'isola soprattutto per l'armonia, i colori e la straordinarietà dell'esposizione: è presente infatti una mostra permanente con costumi e oggetti legati al Carnevale e una sala polivalente per mostre temporanee e presentazioni di ogni genere. I costumi esposti sono meravigliosi e unici, realizzati in parte a mano e curati in ogni minimo dettaglio. Nelle prime sale trovate esposti gli sbarluccicanti e preziosi costumi indossati dalle varie dame d'onore di tutte le precedenti edizioni del Carnevale: piume, perline, pizzo, raso, brillanti, swarovski... non oso immaginare quale potesse essere il peso o l'ingombro di questi abiti. Una vera meraviglia che vi consiglio assolutamente di non perdere. Vi lascio qui il link del sito web per maggiori informazioni a riguardo. Ora che ho visitato il museo, non mi resta che tornare a Tenerife quando verrà nuovamente organizzato il Carnevale!

cosa vedere a Tenerife

 

LE BALENE IN LIBERTÀ

Una delle esperienze più emozionanti che abbiamo fatto sull'isola di Tenerife è stata quella di prendere parte ad un'escursione in catamarano per avvistare i CETACEI NUOTARE IN LIBERTÀ nel loro habitat naturale. Nelle acque lungo la costa sud-occidentale dell'isola di Tenerife da Los Cristianos fino alle scogliere di Los Gigantes, vivono moltissimi esemplari di cetacei tra cui balene e delfini, per cui l'avvistamento è assicurato al 100% in qualsiasi periodo dell'anno. Diversi sono i motivi che hanno portato questi mammiferi marini a stabilirsi in queste acque: l'abbondante approvvigionamento alimentare, la tranquillità della zona, protetta dagli alisei dal paesaggio montuoso dell'isola, il clima buono e la qualità cristallina delle acque, hanno creato il loro paradiso ideale. Si possono trovare fino a 21 specie diverse dalla colossale balenottera azzurra alla temuta balena assassina. Proprio per questo motivo ci sono tantissime compagnie di navigazione e agenzie locali che propongono tour in barca o in catamarano per ammirare e ascoltare i cetacei nel loro habitat naturale.

cosa vedere a Tenerife

cosa vedere a Tenerife

Noi ci siamo affidati al team di White Tenerife le cui imbarcazioni partono per delle escursioni guidate quasi tutti i giorni (tranne il venerdì) da Puerto de Colon. É possibile scegliere tra due tipologie di tour in base alla durata: il lunedì, il martedì, il giovedì e il sabato sono previste due partenze una al mattino alle 10.30 e una al pomeriggio alle 14.00 per dei tour in catamarano di 3 h, mentre il mercoledì e la domenica è prevista un'unica partenza alle 10.30 in quanto l'escursione dura 5 h. Noi abbiamo scelto ovviamente quest'ultima per goderci appieno un'esperienza unica nel suo genere. Abbiamo lasciato l'automobile nel parcheggio a pagamento del porto e siamo saliti a bordo del catamarano White Paradise lungo 20 metri di White Tenerife. Il catamarano è dotato di un sistema di alimentazione elettrica per ridurre l'impronta di carbonio sull'ambiente: ha una zona bar, due bagni e può ospitare fino a 74 passeggeri.

 cosa vedere a Tenerife

L'escursione è "guidata" nel senso che uno dei membri dell'equipaggio racconta in 3 diverse lingue le informazioni principali sull'isola di Tenerife, sui luoghi davanti ai quali si procede con la navigazione e sulle specie marine in avvistamento. Quando viene avvistato qualche cetaceo in mare, il catamarano abbassa la potenza del motore avvicinandosi ai mammiferi in tranquillità e silenzio per non disturbarli. Le specie residenti nelle acque della costa dell'isola di Tenerife sono anche quelle più facili da incontrare e da avvistare: un esempio è dato dal delfino Calderon tropicale, che è solitamente definito una balena per via delle sue dimensioni (i maschi adulti possono superare i 5 metri di lunghezza e possono pesare fino a 2 tonnellate). Ne abbiamo avvistati parecchi durante la navigazione verso nord. Dopo diverse soste di avvistamento, il catamarano ha raggiunto le scogliere di Los Gigantes per poi fermarsi nella baia di Masca per permettere di fare, a chi lo desiderava, un tuffo rinfrescante nelle acque cristalline. Durante il viaggio di rientro al porto, ci è stato offerto un piatto di paella con bevande fresche a disposizione. L'escursione in catamarano con White Tenerife è stata davvero emozionante e la consiglio a tutti coloro che organizzano un viaggio sull'isola di Tenerife. Il costo per gli adulti dell'escursione di 3 h è di 40€ mentre per quella di 5 h sale a 54€. Vi lascio qui il link al sito dove troverete tutte le informazioni necessarie https://whitetenerife.com/en/. Con il team di White Tenerife è possibile anche prenotare dei tour privati in barca per l'avvistamento de cetacei nel caso in cui si è in gruppo con amici o parenti. 

 cosa vedere a Tenerife

cosa vedere a Tenerife

 

IL DRAGO MILLENARIO

Impossibile non prendersi mezza giornata per ammirare il DRAGO MILLENARIO, uno dei simboli di Tenerife. Il Drago si trova a Icod de Los Vinos a nord dell'isola ma state tranquilli viaggiatori, non vola e non spunta fuoco. Si tratta infatti di un albero custodito nell'omonimo parco al quale si attribuiscono circa 1000 anni. É considerato uno degli alberi più longevi del pianeta: è alto 18 metri, il suo tronco ha un perimetro di 20 metri, pesa 80 tonnellate e ha più di 300 rami. Appartiene alla specie della Dracaena draco, endemica delle isole Canarie, una pianta dalla forma di ombrello rovesciato. Nel 1917 è stato dichiarato Monumento Nazionale ed è apparso persino sulle banconote di 1000 pesetas. Questo albero imponente e monumentale porta con sé tanti miti e leggende. Il modo migliore per ammirare il Drago Millenario è visitare il parco che custodisce moltissime specie endemiche di Tenerife. Il biglietto di ingresso costa 5€. Il parco è aperto tutto l'anno dalle 9.00 alle 19.30 con chiusura anticipata nel periodo invernale.

cosa vedere a Tenerife

 

UNA COOKING CLASS

Partecipare ad una COOKING CLASS a base di ricette tipiche delle isole Canarie è proprio una di quelle cose da fare a Tenerife che raramente viene proposta nelle guide di viaggio. Eppure è una delle esperienze che ci è piaciuta di più! A noi piace molto scoprire le ricette e i prodotti tipici della cucina locale dei vari luoghi che visitiamo. Alle Canarie su tutte le tavole a qualsiasi pasto non può mancare il mojo, una salsa a base di olio di oliva e di verdure, utilizzata per accompagnare diverse pietanze di pesce e carne o da abbinare alle papas arrugadas, un tipo particolare di patata caratteristica delle isole Canarie. Le papas arrugadas vengono bollite senza pelarle e aggiungendo molto sale marino, in modo tale che, quando sono cotte, e una volta eliminata l'acqua rimanente, resti una crosta di sale sulla buccia. Possono anche essere cotte con acqua di mare, come si faceva anticamente. La salsa con la quale vengono accompagnate, il mojo, può essere rosso o verde a seconda che sia preparato con peperoni rossi o con prezzemolo e coriandolo.

cosa vedere a Tenerife

cosa vedere a Tenerife

Tra le attività proposte sull'isola di Tenerife dal portale Civitatis, vi è anche la possibilità di prenotare una cooking class di salse mojo presso le cantine Bodegas Monje, una delle principali cantine vinicole dove viene prodotto il vino tipico delle isole Canarie. Bodegas Monje si trova infatti lungo la costa settentrionale dell'isola di Tenerife, circondata da 15 ettari di terreno adibito a vigneti con i quali la famiglia Monje produce vino tipico canario dal 1750. L'esperienza proposta da Civitatis è molto completa: al costo di 32€ avrete la possibilità di visitare le cantine dell'azienda insieme ad una guida in lingua inglese o spagnola, conoscere la storia della famiglia Monje e della sua cantina vinicola, degustare 3 calici di vino dell'azienda e partecipare ad un laboratorio di salse mojo con uno degli chef del ristorante panoramico presente sopra la cantina. Vi lascio qui ↓ sotto il link diretto dell'esperienza.

 

Partecipando a questa attività abbiamo avuto la possibilità di visitare una cantina vinicola tipica di Tenerife scoprendo come viene portata avanti la coltivazione e la raccolta dell'uva in un terreno vulcanico. Inoltre abbiamo scoperto come viene prodotto dai locali il mojo: lo chef ci ha spiegato la ricetta, mostrato gli ingredienti e fatto vedere il procedimento per poi passare a noi pestello e mortaio. É stato molto divertente mettersi all'opera per realizzare le nostre salse mojo rosso e verde da confrontare poi con quelle fatte dallo chef. Ovviamente alla fine della cooking class, abbiamo degustato le salse mojo con le papas arrugadas e con un buon bicchiere di vino: abbiamo concluso l'esperienza con un perfetto aperitivo sulla terrazza con vista panoramica.

cosa vedere a Tenerife

 

IL FARO DI PUNTA DE TENO

Per completare l'elenco di cosa vedere a Tenerife, ho pensato di inserire anche il FARO DI PUNTA DE TENO, uno dei sette fari che illuminano la costa di Tenerife. Si trova sul promontorio roccioso di Punta de Teno che è il punto più occidentale dell'isola di Tenerife. Il primo e più antico faro rosso e bianco fu completato nel 1897 come parte del primo piano di illuminazione marittima per le Canarie; venne realizzato con pietra proveniente da La Gomera (era più semplice traportare la pietra dall'isola vicina che dalle altre città di Tenerife) e rimase in funzione fino a quando non fu sostituito negli anni '70 dalla nuova torre moderna. Il nuovo faro, costruito vicino al precedente, è entrato in servizio per la prima volta nel 1978. È alto 60 metri sul livello del mare e la luce può essere vista per 18 miglia nautiche.

cosa vedere a Tenerife

cosa vedere a Tenerife

Il faro di Punta de Teno sorge in una posizione straordinaria offrendo una vista panoramica sulle scogliere di Los Gigantes. É difatti il faro preferito dagli isolani. La strada per raggiungere il faro è piuttosto stretta e arroccata sulla cresta della scogliera rocciosa. Per questo motivo è in vigore una particolare restrizione alla viabilità: la strada per raggiungere il faro di Punta de Teno è chiusa al traffico dalle 9.00 alle 20.00 in estate e dalle 10.00 alle 19.00 in inverno. Quindi, se vi muovete con la propria auto, o arrivate prima della chiusura e andate via dopo, oppure l'alternativa è parcheggiare nel comune di Buenavista Norte e prendere l'autobus 369 che parte dalla stazione di Guaguas di Buenavista Norte e arriva fino al faro. Il biglietto si fa a bordo dell'autobus e il costo è di 1€ a tratta a persona. Il viaggio dura 20 min circa e parte un autobus ogni ora circa dalle 10.00 alle 18.00. Nel centro di  Buenavista Norte, in Plaza de los Remedios, si trova un ufficio del turismo dove potrete chiedere maggiori informazioni a riguardo. 

 cosa vedere a Tenerife

Se questo articolo vi è piaciuto o vi è stato utile, potete mandarmi un feedback per email all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., lasciarmi un commento attraverso l'apposito box qui sotto o condividere l'articolo sulle vostre pagine social tramite i bottoni presenti a fondo pagina (magari a qualche vostro amico/a potrebbe essere utile). Vi ringrazio moltissimo!

Condividi!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Viaggia Con Alice Vieni A Conoscermi 400x400

Benvenuti in "Viaggia con Alice"!

Ogni viaggio è un racconto, vieni anche te alla scoperta del mondo!

Vieni a conoscermi!

Viaggia Con Alice Collaborazioni Viaggo
Viaggia Con Alice Collaborazioni Civitatis
Viaggia Con Alice Collaborazioni Esplora Il Lago Maggiore
Viaggia Con Alice Collaborazioni Amazon
Viaggia Con Alice Collaborazioni Esplora Tour

Viaggia con Alice - Ogni viaggio è un racconto!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Tutti i testi pubblicati in questo blog e le fotografie sono coperti da copyright, tutti i diritti sono riservati. Alcune immagini utilizzate in questo blog provengono dal web, se dovessero, in qualsiasi modo, ledere il diritto d’autore, previa comunicazione, verranno subito rimosse.

viaggiaconalice@gmail.com