Le cascate di Ferrera di Varese

cascate di ferrera di varese

Se cercate un posticino tranquillo in mezzo alla natura dove concedervi una bella passeggiata in compagnia, oggi ho un consiglio che fa al caso vostro: organizzare una gita fuoriporta alle Cascate di Ferrera in provincia di Varese. Le Cascate di Ferrera non sono molto conosciute, tuttavia offrono paesaggi e scorci davvero stupendi; si trovano a Ferrera un piccolo comune del varesotto situato sulle colline delle Prealpi lombarde lungo la strada che salendo dalla Valcuvia raggiunge il paese di Cunardo e poi la Valganna.

Ferrera (da non confondere con la città emiliana ben più grande e ben più nota di Ferrara) è un paesino molto piccolo che conta appena 700 abitanti, uno di quegli antichi agglomerati di case che sarebbero del tutto sconosciuti se non fosse per la presenza di queste splendide cascate che tra l'altro hanno rappresentato il set ideale per un videoclip di uno dei brani del celebre rapper Fedez. Infatti qualche anno fa nel 2018 sono stati avviati una serie di lavori per la sistemazione e la messa in sicurezza dei percorsi di accesso alla cascata principale sia per l'arrivo delle telecamere del team di Fedez ma anche perchè si tratta di un luogo di importante interesse naturalistico e turistico. I sentieri e i percorsi escursionistici attorno alle Cascate di Ferrera sono molto frequentati nel periodo primaverile ed estivo dai locali ma anche da turisti stranieri in cerca di una passeggiata nella natura

ATTENZIONE: dal 21/08/2020 il Comune ha emanato un'ordinanza che impone la chiusura al pubblico del percorso di accesso alla Cascata Fermona, la maggiore tra quelle presenti. Questo perchè, a seguito dell'alluvione avvenuta nel mese di giugno 2020, il sentiero che porta allo specchio d'acqua antistante alla cascata è diventato particolarmente sconnesso, privo di protezioni di sicurezza e dunque pericoloso. Per questo vi consiglio di consultare gli uffici comunali per maggiori informazioni in merito e sui sentieri disponibili nella zona. Speriamo nel frattempo che il sentiero venga presto rimesso in sicurezza.

   INDICE

  1. COME ARRIVARE
  2. PASSEGGIATA ALLE CASCATE
  3. CURIOSITÀ

 cascate di ferrera di varese

cascate di ferrera di varese

Le cascate che si possono ammirare sono frutto dei numerosi salti che compie il torrente Margorabbia: questo fiume nasce in una zona della Valganna centrale, a ridosso del Lago di Ganna, per poi fluire nel vicino lago di Ghirla; da qui esce scendendo sulla sinistra verso Cunardo, per poi deviare fino ad "ingrottarsi carsicamente" verso Ferrera di Varese dove sbuca con dei bei salti. Infine raggiunge il fondovalle della Valcuvia, per poi girare in direzione di Mesenzana. Prosegue in Valtravaglia attraversando la frazioni Riviera e Cucco di Montegrino, Brissago Valtravaglia Al Piano e Germignaga dove termina la sua corsa nel Fiume Tresa pochi metri prima del Lago Maggiore.

 cascate di ferrera di varese

 

COME ARRIVARE

É possibile raggiungere Ferrera di Varese attraverso due strade: la SS394, che da Cittiglio conduce fino a Luino, o la SS233, che da Varese raggiunge Ponte Tresa. Nel primo caso la deviazione per Ferrera si incontra in prossimità di Cassano Valcuvia, mentre nel secondo caso, una volta raggiunto il paese di Ghirla, si prende per Cunardo e si seguono poi le indicazioni per Ferrera. Se siete in auto, potete parcheggiare nei pressi dell'asilo. I parcheggi disponibili non sono molti, del resto il paesino di Ferrera è davvero molto piccolo. A questo punto dirigetevi verso la chiesa Santa Maria Maddalena di Ferrera, nei pressi della quale parte un sentiero ciclopedonale ben segnalato che conduce alle cascate. Non mancano i cartelli con le indicazioni per raggiungere le cascate. Il percorso è sterrato e in mezzo ai boschi. Per questo motivo vi consiglio di indossare un abbigliamento comodo e sportivo: scarpe da trekking e per uno zainetto con acqua, asciugamano e nel caso un paio di ciabatte infradito per chi volesse provare a fare il bagno nelle piccole pozze che si generano sotto le cascate.

 cascate di ferrera di varese

Lasciando l'automobile in prossimità del paesino di Ferrera, la passeggiata è di per sè molto breve. Questo è il percorso che noi abbiamo seguito e che mi sento di consigliarvi. Ho letto che c'è anche un secondo modo per raggiungere le cascate di Ferrera, facendo una passeggiata un pò più lunga che parte dalla pista ciclabile che da Cassano Valcuvia sale verso Ferrera: si tratta di una camminata di circa 5 km. Si parcheggia l'auto nei pressi dell'antica filatura di Varese, il cotonificio Calcaterra. Da qui si percorrono circa 500 metri di ciclabile per poi trovare sulla destra due deviazioni segnalate da cartelli che indicano le Cascate di Ferrera o la Cascata Fermona. La prima strada arriva ai piedi della cascata ma ricordatevi che in tal caso un tratto va percorso nel fiume; la seconda strada sale ripida nel bosco e poi scende di nuovo fino alla cascata.

cascate di ferrera di varese 

 

PASSEGGIATA ALLE CASCATE

Quando si parla di Cascate di Ferrera solitamente si fa riferimento alla cascata principale chiamata Cascata Fermona. In realtà però il torrente Margorabbia genera altre cascatelle più piccole che si possono agevolmente raggiungere. Tornando al percorso principale che vi ho descritto sopra, una volta parcheggiata l'auto e lasciata la chiesa di Ferrera alle vostre spalle, imboccate il sentiero ciclopedonale indicato che trovate e vi troverete presto ad un bivio. Se procedete a destra, raggiungerete alcune piccole cascatelle a monte della cascata principale, mentre se deviate a sinistra, seguirete il sentiero segnato che vi conduce proprio alla Cascata Fermona. Il sentiero è sempre all'interno del bosco a pieno contatto con la natura.

cascate di ferrera di varese

Per raggiungere le cascate minori occorre oltrepassare un ponticello ed imboccare un sentiero che corre lungo il torrente. Qui si incontra un primo piccolo salto del torrente Margorabbia, non troppo alto ma molto ampio e grazioso. Poco più sopra di questa è presente un'altra cascata più alta. Mi raccomando fate attenzione qualora vogliate spingervi oltre, in quanto non c'è alcun sentiero; vi consiglio di indossare delle scarpe da trekking, in questo modo sarà ridotto il pericolo di scivolare o di farsi male. Infatti bisogna arrampicarsi a lato di questa cascatella, risalire il torrente tra i massi cercando di non scivolare nell'acqua; in questo modo si arriva ai piedi della cascata "gemella" della Fermona, una piccola ma alta cascata che esce da una grotta: è molto scenografica e sembra tuffarsi con delicatezza nella pozza d'acqua presente ai suoi piedi. 

 cascate di ferrera di varese

cascate di ferrera di varese

Se invece siete diretti alla Cascata Fermona non vi resta altro che seguire il sentiero con le indicazioni relative. Questa cascata rimane a valle rispetto alle due precedenti, per cui ad un certo punto del percorso bisogna imboccare la sinistra e scendere un tratto piuttosto ripido e stretto fino al greto del fiume. I punti di osservazione sono diversi così come le possibilità di fare un bel bagno rinfrescante visto che il sentiero conduce direttamente alla sua base. Quando noi siamo stati alle Cascate di Ferrera, qui alla Fermona era presente una staccionata in legno che seguiva tutto il sentiero: il percorso conduceva dapprima a una balconata panoramica sulla cascata da cui scattare bellissime fotografie e in seguito portava fino alla pozza antistante la cascata.

 cascate di ferrera di varese

La Cascata Fermona è davvero imponente: il salto è alto quasi 30 metri e a seconda della stagione dell'anno la quantità di acqua varia così come il rumore che ne deriva. Lo spettacolo è assicurato! Le emozioni che la natura regala sono sempre immense: arrivare dal sentiero nel bosco, passare tra arbusti e piante e poi all'improvviso trovarsi davanti questa bella cascata! L'acqua è in continua corsa senza mai fermarsi con il suo incessante fruscio e il suo tuffo perfetto nella piccola pozza! Nei pomeriggi estivi la cascata è baciata dal sole che in alcuni momenti riesce a regalare riflessi dalle mille sfumature dell'arcobaleno. Noi, quando abbiamo raggiunto la Cascata Fermona, ci siamo fermati prima sulla balconata panoramica al di sopra e poi siamo scesi nel letto del torrente. Qui ci siamo fermati su alcune rocce comode, abbiamo levato le scarpe e ci siamo fatti un piccolo bagno...l'acqua onestamente non era caldissima, giusto il tempo per rinfrescarci dopo la passeggiata. E per finire abbiamo tirato fuori la nostra merenda, una bella macedonia di frutta fresca, avendo cura di portare tutta l'immondizia a casa. É importante vivere la natura, rispettandola e mantenendola pulita.

cascate di ferrera di varese

cascate di ferrera di varese 

 

CURIOSITÁ

Non esiste un periodo migliore per visitare le Cascate di Ferrera: ogni occasione è buona per concedersi una bella passeggiata nella natura, ma ricordate che la quantità di acqua nel torrente e nelle cascate varia in base alla stagione dell'anno e alle piogge. Sicuramente in primavera e in estate soprattutto il torrente sarà molto più carico di acqua e la vegetazione sarà molto più verde e fitta. Inoltre con le giornate lunghe si potrà godere della luce del sole fino al tardo pomeriggio: considerate che si tratta di passeggiata a bordo fiume in mezzo al bosco, quindi l'oscurità cala prima. Nei weekend in estate la zona viene invasa da molti turisti e visitatori per cui può essere che trovate molte persone lungo il sentiero o nei pressi delle cascate in cerca di un pò di refrigerio. In ogni caso quando organizzerete la vostra passeggiata alle cascate di Ferrera, il consiglio che vi posso dare è quello di prendervi del tempo per rilassarvi nella natura, per passeggiare con il vostro cane o per lasciarvi cullare dal fruscio dell'acqua: l'atmosfera è magica.

 cascate di ferrera di varese

In effetti dietro a questo mio pensiero si cela un briciolo di verità: al torrente Margorabbia infatti sono legate molte storie di gnomi, folletti e streghe dispettose. Si parla anche di un certo "ponte delle streghe", un passaggio che dovevano attraversare gli abitanti di Ferrera e che si narrava fosse infestato da streghe dispettose che amavano infastidire tutti coloro che lo percorrevano. Si racconta che le streghe abitassero nella zona dei Mulini di Ferrera ed erano sempre accompagnate dai loro amici gatti. State attenti dunque che magari durante la vostra passeggiata, vi troverete accompagnati da qualche gatto nero apparso chissà dove...

 cascate di ferrera di varese

Qui sotto ti lasciamo una piccola fotogallery con i migliori scatti catturati durante il nostro pomeriggio alle Cascate di Ferrera di Varese. Se questo articolo ti è piaciuto o ti è stato utile, puoi mandarci un feedback personale al nostro indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., lasciarci un commento attraverso l'apposito box qui sotto o condividere l'articolo sulle tue pagine social tramite i bottoni presenti a fondo pagina (magari a qualche tuo amico potrebbe essere utile). Ti ringraziamo moltissimo!

Cascate di Ferrera - Varese - Viaggia con Alice Travel Blog
Sentiero cascate di Ferrera - Varese - Viaggia con Alice Travel Blog
Cascate di Ferrera - Varese - Viaggia con Alice Travel Blog
Cascate di Ferrera - Varese - Viaggia con Alice Travel Blog
Cascate di Ferrera - Varese - Viaggia con Alice Travel Blog
Fiori alle cascate di Ferrera - Varese - Viaggia con Alice Travel Blog

Condividi!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Viaggia Con Alice Vieni A Conoscermi 400x400

Benvenuti in "Viaggia con Alice"!

Ogni viaggio è un racconto, vieni anche te alla scoperta del mondo!

Vieni a conoscermi!

Viaggia Con Alice Collaborazioni Viaggo
Viaggia Con Alice Collaborazioni Civitatis
Viaggia Con Alice Collaborazioni Esplora Il Lago Maggiore
Viaggia Con Alice Collaborazioni Amazon
Viaggia Con Alice Collaborazioni Esplora Tour

Viaggia con Alice - Ogni viaggio è un racconto!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Tutti i testi pubblicati in questo blog e le fotografie sono coperti da copyright, tutti i diritti sono riservati. Alcune immagini utilizzate in questo blog provengono dal web, se dovessero, in qualsiasi modo, ledere il diritto d’autore, previa comunicazione, verranno subito rimosse.

viaggiaconalice@gmail.com