Trekking ai Pizzoni di Laveno

Risveglio a Vararo e trekking ai Pizzoni di Laveno

Prima di tutto niente sveglia questa mattina! Le domeniche che cominciano così sono rare ma sono ben volute! Apriamo gli occhi verso le h 9.00...che bella dormita! Ma dove siamo? Non è il solito lettone di casa! Pochi istanti ed ecco che tutto si fa più chiaro: siamo a Vararo, per un weekend romantico con pernottamento presso "Il Borgo di Sabine"! Una piccola sorpresa che ho pensato in occasione del compleanno di Francesco! Il sole è già alto nel cielo e illumina tutta la terrazza all'aperto. Sabina, la proprietaria, ci avrà di sicuro preparato una buona e abbondante colazione giù in locanda e non vedo l'ora di gustarmela in tutta tranquillità! 

Giusto pochi minuti per prepararci: ah, mi raccomando Francesco, oggi dobbiamo vestirci abbastanza sportivi e comodi e con lo zainetto in spalla, ci attende un bel trekking nei boschi. Dove ti porterò? Non si può dire, sorpresa! Prima dobbiamo prendere un pò di energia con una buona colazione! La tavola è già apparecchiata e mi sale subito l'acquolina in bocca! La mia attenzione viene catturata subito da un colorato cestino con dentro dei muffins (io adoro i muffins; non solo mi piace mangiarli ma anche cucinarli!). Già dal primo morso sento l'impasto richiama al gusto di ciliegia e che all'interno c'è un cuore morbido di yogurt: non ci posso credere sono i muffins Red Velvet davvero buonissimi, no che dico, di più...divini! Poi abbiamo anche delle fette di torta al cioccolato e pinoli, un vassoio di pane alla zucca fatto in casa dalla nonna di Sabina, un'ottima base dove poter spalmare una crema di nocciola locale, il tutto accompagnato da un tazza di caffè! Il piacere di un buon caffè al mattino non ha uguali! Sabina sai anche prenderci per la gola! Il pane della nonna poi ha colpito al cuore Francesco che ha chiesto pure il bis. Del resto una buona e abbondante colazione è il modo migliore per iniziare bene la giornata, vero?

Una buona colazione è sempre il modo migliore per iniziare bene la giornata!
Una buona colazione è sempre il modo migliore per iniziare bene la giornata!

Liberiamo la camera e ci fermiamo a scambiare due parole con Sabina ed Emanuele, ringraziandoli davvero per l'ospitalità ricevuta e complimentandoci con loro per la bella location che hanno creato! Francesco mi confessa di essere stato molto contento della sorpresa; meno male, ho centrato il bersaglio! Carichiamo i bagagli in macchina. Francesco mio, ora ti tocca indossare gli scarponcini da montagna che ti avevo detto di infilare in macchina! Andiamo a fare una passeggiata in montagna ad ammirare i colori dell'autunno...il tanto celebrato foliage!!!! E poi abbiamo davvero bisogno di un pò di movimento per smaltire tutte quelle calorie assunte con l'ottima colazione proposta al Borgo! Quando avevo contattato Sabina per la prenotazione, mi aveva spiegato che molti sono i percorsi escursionistici che partono da Vararo, tutti entusiasmanti e adatti anche ai meno esperti. Così non ho perso l'occasione, una splendida idea per trascorrere una domenica fuori porta. Siamo pronti? Si parte verso i Pizzoni di Laveno, un itinerario splendido che spero ci lascerà a bocca aperta! A dire la verità non so dove ci porterà, perchè nemmeno io ci sono mai stata, proprio come te caro Francesco, ma ho scelto questo itinerario basandomi sui consigli di papà e so che papà non sbaglia mai!

Da Vararo partono molti sentieri escursionistici adatti agli amanti del trekking
Da Vararo partono molti sentieri escursionistici adatti agli amanti del trekking

I Pizzoni di Laveno sono posti alle spalle dell'abitato di Laveno e dominano il Lago Maggiore! Sono costituiti dalla successione di tre cime, collegate tra loro da una boscosa cresta e sono raggiungibili attraverso un sentiero segnato, in poco più di 1 h di cammino! La temperatura è gradevole, il cielo è limpidissimo e splende un sole meraviglioso. Meglio però portarsi dietro una felpina, dobbiamo salire in alto! Il percorso parte proprio da Vararo, in località Casere a 750 m s.l.m. Noi lasciamo l'automobile nei parcheggi sotto al Borgo ma in alternativa potete parcheggiare nei pressi del ristorante Gigliola. Percorriamo un primo sentiero nel bosco, poi un tratto di strada asfaltata fino ad imboccare sulla sinistra il sentiero segnato di giallo e di verde in direzione "Pizzoni di Laveno". Passeggiare nei boschi in pieno autunno è davvero incantevole, sembra di essere sulla tavolozza di un pittore. Un tripudio di colori caldi, sfumature di rosso, giallo, arancio, marrone...il sentiero è completamente ricoperto da foglie di dimensioni e forme diverse, per non parlare dell'enorme quantità di ghiande e castagne. Non riesco a fare a meno di fermarmi per raccoglierne un pò e in pochi minuti lo zaino è già pieno! Evvai stasera prepariamo le caldarroste, le adoro! Scatto un pò di fotografie per catturare le emozioni che questo foliage nel bosco accende nel mio animo. Un vero spettacolo della natura!

Dal Primo Pizzone di Laveno si domina tutto il Lago Maggiore con un panorama mozzafiato
Dal Primo Pizzone di Laveno si domina tutto il Lago Maggiore con un panorama mozzafiato

In pochi minuti si arriva al passo Barbè; qui si prosegue sulla destra, dove inizia la parte più impegnativa e più ripida, con piccole rocce da superare e qualche tratto un pochino esposto. Bisogna arrampicarsi ma niente di impossibile. Già ad est del passo Barbé si possono riconoscere le tre singole alture che rappresentano i Pizzoni di Laveno in corrispondenza delle quali sono presenti delle terrazze panoramiche naturali che offrono una vista mozzafiato: una a 986 m, a 1018 m e a 1035 m. Il dislivello comincia a farsi sentire...usciamo dal bosco e cominciamo a salire sulla cresta della montagna libera da alberi ed esposta al sole. Che caldo! Ogni tanto mi fermo per tirare un pò il fiato e ne approfitto per scattare qualche fotografia. Il paesaggio è sempre più bello: sono convinta che raggiunto il primo Pizzone sarà ancora più emozionante. Man mano che si sale, si comincia ad intravedere la croce in vetta e ci lasciamo alle spalle il Lago Maggiore. Dai, dai ci siamo quasi, un ultimo sforzo ed eccoci arrivati al primo belvedere. Ovviamente Francesco arriva come sempre prima di me ma solo perchè io mi sono fermata a fare un pò di fotografie... so che i miei lettori viaggiatori adorano le mie foto e non posso lasciarli a bocca asciutta!

Ammirare dall'alto tutte le città che si affacciano sul Lago Maggiore è davvero emozionante!
Ammirare dall'alto tutte le città che si affacciano sul Lago Maggiore è davvero emozionante!

Dal primo Pizzone, a quota 1018 m s.l.m. si gode una vista spettacolare su tutto il Lago Maggiore: a partire dalla sinistra si osserva la baia di Caldè e poco più in là, dall'altra sponda, Cannero con i suoi castelli, poi Intra da dove si intravede in partenza il traghetto diretto a Laveno Mombello, Pallanza, le Isole Borromee e più in lontananza la catena montuosa delle Alpi dove svetta imponente il Monte Rosa leggermente imbiancato sulla cima. Ci troviamo sopra Laveno Mombello, davanti a noi abbiamo il cucuzzolo del Sasso del Ferro dove arriva la funivia panoramica che parte dal centro di Laveno. Un panorama a 360° davvero inaspettato! Anche Francesco è sbalordito, chi l'avrebbe mai detto che questo trekking ci avrebbe regalato emozioni cosi intense? Bravo papà, hai saputo consigliarmi un bel percorso! Ci godiamo questo paradiso giocando a chi indovina il nome di più località e posti particolari, come se fossimo di fronte ad una mappa. Immortaliamo tutto con qualche scatto senza dimenticare di fare un post su Fb e su Istagram per condividere queste emozioni con i followers! Sono ormai le h 13.30 Ci sdraiamo e prendiamo un pò di sole, caspita se picchia! Ovviamente ci scappa anche un pisolino! Per gli interessati escursionisti, il percorso prosegue e può essere personalizzato a piacimento accorciandolo o allungandolo a seconda delle proprie esigenze fino a compiere anche un circuito ad anello con partenza ed arrivo a Casere. Con vari saliscendi si arriva ai belvedere successivi e poi al Monte La Teggia, in provincia di Castelveccana; da lì è possibile scendere per il passo del Cuvignone. In alternativa si possono scegliere anche i sentieri per il Monte Nudo e per il Monte Crocetta. Val la pena di fare la deviazione per il Monte Crocetta, fermandosi ad ammirare deltaplani e parapendii che da qui partono numerosi. Un pineta conduce invece al Monte Nudo che con i suoi 1235 m s.l.m. è la cima più alta delle prealpi varesine. 

Con un salto da quassù sembra di toccare il cielo con un dito
Con un salto da quassù sembra di toccare il cielo con un dito

Noi preferiamo fermarci qui e di goderci un pò di relax. Stamattina ho anche pensato di mettere nello zaino qualche spuntino e un pò di frutta, è giunto il momento di approfittarne. Verso le h 16.00 decidiamo di ridiscendere per rientrare! La strada del ritorno procede senza intoppi incontrando altri visitatori lungo la passeggiata. Siamo alla macchina verso le h 17.30, un pò stanchi ma entusiasti. Il nostro weekend romantico a sorpresa per il compleanno di Francesco sta per concludersi. Spero che ti sia ampiamente divertito caro mio, io ho di certo dato il meglio di me stessa e mi sono divertita moltissimo. Soddisfatto del regalo? Abbiamo ancora le castagne da cucinare per cui...andiamo a casa ad accendere il camino: ho voglia di caldarroste! Alla prossima cari viaggiatori e se andate in visita al Borgo di Sabine (ve lo consiglio vivamente), salutatemi Sabina ed Emanuele

colazione al Borgo di Sabine
colazione al Borgo di Sabine
terrazza il Borgo di Sabine
Pizzoni di Laveno
Pizzoni di Laveno
Pizzoni di Laveno

Condividi!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Viaggia Con Alice Vieni A Conoscermi 400x400

Benvenuti in "Viaggia con Alice"!

Ogni viaggio è un racconto, vieni anche te alla scoperta del mondo!

Vieni a conoscermi!

Viaggia Con Alice Collaborazioni Esplora Il Lago Maggiore
Viaggia Con Alice Collaborazioni Esplora Tour
Viaggia Con Alice Collaborazioni Amazon
Viaggia Con Alice Collaborazioni Capitola
Viaggia Con Alice Collaborazioni Get Your Guide
Viaggia Con Alice Collaborazioni Civitatis

Viaggia con Alice - Ogni viaggio è un racconto!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Tutti i testi pubblicati in questo blog e le fotografie sono coperti da copyright, tutti i diritti sono riservati. Alcune immagini utilizzate in questo blog provengono dal web, se dovessero, in qualsiasi modo, ledere il diritto d’autore, previa comunicazione, verranno subito rimosse.

viaggiaconalice@gmail.com