Grotte di Frasassi: guida completa

 grotte di frasassi

Siamo appena tornati da un viaggio alla scoperta delle Marche. Non avevamo molti giorni a disposizione ma una delle tappe principali che abbiamo inserito da vedere sono state proprio le Grotte di Frasassi. Le conoscete? Si tratta di uno dei complessi di grotte sotterranee più belli d'Italia! Se anche voi volete organizzare una visita alle Grotte di Frasassi, in questo articolo troverete tutte le informazioni necessarie! Una guida completa con orari, prezzi, percorsi, informazioni su alloggi e ristoranti vicini, consigli su come pianificare la visita o su cosa vedere nelle vicinanze, oltre ad una bellissima galleria fotografica che sono sicura vi farà venire ancora più voglia di andarci!

In effetti non si tratta del primo complesso carsico che visitiamo nel corso di questo anno: nel mese di luglio siamo stati in visita alle altrettanto celebri Grotte di Postumia in Slovenia, ma capitando in giro per la provincia di Ancora, non potevamo certo non visitare il terzo complesso ipogeo al mondo per vastità! Giusto? Anche perchè era da parecchio tempo che sentivamo parlare delle Grotte di Frasassi ed eravamo sempre più curiosi di conoscerle da vicino. Così abbiamo colto la palla al balzo e ne siamo rimasti davvero soddisfatti! Siete pronti a scoprirle insieme a noi con questa guida completa?

grotte di frasassi

 

DOVE SI TROVANO LE GROTTE DI FRASASSI 

Le Grotte di Frasassi si trovano nelle Marche, nel territorio del comune di Genga in provincia di Ancona. Il complesso ricade all'interno del Parco naturale regionale della Gola della Rossa e di Frasassi. Sono state scoperte nel 1971 per opera di due speleologi del Gruppo Speleologico Marchigiano del CAI di Ancona, attirati da una forte corrente d'aria che fuoriusciva da una piccola apertura nella montagna. Dopo aver ampliato le dimensioni del passaggio e scavato diverse gallerie e corridoi, si trovarono di fronte questa meravigliosa cavità fino ad allora nascosta. Le Grotte di Frasassi sono aperte al pubblico dal 1974 per tutto l'anno, salvo chiusure occasionali nelle principali festività! Sono ormai diventate una delle principali attrazioni turistiche delle Marche, infatti si conta che dall'apertura siano state visitate da almeno 12 milioni di persone provenienti da tutto il mondo. 

grotte di frasassi

Si estendono per circa 30 km e sono disposte su 8 livelli. La parte visitabile e aperta quindi alle visite turistiche è al secondo livello ed è di circa 2 km lungo quella che viene chiamata La Grotta Grande del Vento. Il panorama che si presenta all'interno è davvero meraviglioso, un universo di magia creatosi nel corso di milioni di anni. L'artefice di tutta questa meraviglia è sempre il carbonato di calcio e il fattore determinante è il tempo: così si sono create stalattiti, stalagmiti, colonne bianche e formazioni dalle mille forme e dimensioni davanti alle quali è sempre bello lasciar volare la fantasia e l'immaginazione. Ricordatevi che all'interno delle grotte si trova un ambiente molto umido e fresco: la temperatura è costante tutto l'anno intorno ai 14°C. Per questo vi consiglio di indossare scarpe comode e chiuse e di portarvi una felpa pesante o un kway.

Lungo la strada che che conduce alle Grotte di Frasassi sono presenti molti cartelli con le indicazioni che conducono alla biglietteria. Qui è presente un ampio parcheggio completamente gratuito per le auto ed i pullman, ma anche con una spazio dedicato ai camper e alle roulotte. La biglietteria è circondata da molte bancarelle di souvenir e oggetti regalo e da alcuni bar dove trovare tutto il necessario per uno spuntino. Nella stessa postazione sono presenti anche le toilette. Oltre che in auto, le Grotte di Frasassi sono raggiungibile anche in treno. La stazione di Genga-San Vittore Terme è posta sulla linea Roma-Ancona che serve tutto il comune di Genga. Si trova a circa 50 metri dalla biglietteria delle grotte.

percorso grotte di frasassi

 

PERCORSI DI VISITA ALLE GROTTE DI FRASASSI

Esistono diverse possibilità di visita. Partiamo con il classico percorso turistico della durata di circa 1,5 h attraverso 5 sale: la Sala Abisso Ancona, la Sala Duecento, la Sala delle Candeline, la Sala dell'Orso e la Sala dei Pagliai. Il nome di ogni sala non è stato attribuito a caso, ma ha un significato ben preciso. Per esempio la Sala Abisso Ancona è quella che venne scoperta per prima nel 1971. La scoperta delle Grotte di Frasassi è avvenuta dall'alto, anche se oggi i visitatori attraversano le grotte da un'altra prospettiva. Infatti gli speleologi che per primi raggiunsero questo luogo spettacolare, si calarono dal così chiamato Terrazzino del Brivido in questo abisso immenso (immaginatevi che, al tempo della scoperta, la grotta era completamente al buio, per cui era molto difficile percepire la sua vastità e la sua profondità). Per questo il nome di questa sala deriva da Abisso e da Ancona, il CAI al quale appartenevano gli scopritori. Per farvi capire l'immensità di questa sala (nelle grotte è molto difficile percepire la profondità e la reale dimensione delle strutture in essa presenti), pensate che ha un volume di circa 1.000.000 m³ e può ospitare al suo interno il Duomo di Milano. Pazzesco, vero? La prima sala è l'unica all'interno della quale non è possibile fare fotografie. Nelle restanti 4 sale potete scattarne quante ne volete a patto che non venga utilizzato il flash che potrebbe danneggiare le concrezioni. Ogni sala ha una sua storia e delle sue particolarità. Vi lascio immaginare cosa potrete mai trovare nella Sala delle Candeline, la mia preferita!

grotte di frasassi

Tornando alle tipologie di visita offerte, oltre al classico percorso turistico, vengono proposti anche due percorsi speleo-avventura per i più esperti e appassionati, ma anche per chi vuole provare semplicemente un'esperienza diversa: il percorso azzurro è di difficoltà medio/bassa e della durata di circa 2 h, mentre il percorso rosso è di difficoltà media e dura 3 h. I percorsi speleologici vanno prenotati e sono disponibili solo il sabato, la domenica e nei giorni festivi. I visitatori vengono accompagnati da guide speleologiche specializzate lungo cunicoli, strettoie e scivoli per ammirare sale nascoste. L'argilla e l'umidità delle grotte rendono il percorso ancora più avventuroso. Tutto il materiale necessario, quale casco, tuta e stivali, viene fornito in loco; ai visitatori è richiesto di portare tutto il cambio per fare la doccia (credo si torni parecchio bagnati e sporchi; la struttura mette a disposizione delle docce calde per ripulirsi) e, molto importante, dei guanti in lattice tipo quelli usati in cucina. Questo è fondamentale per rispettare la vita della concrezioni presenti nelle grotte: infatti è proibito toccarle perchè il grasso presente sulle nostre mani va a farle morire, facendole colorare piano piano di nero (quando una concrezione è nera, significa che è morta e non si svilupperà più). 

grotte di frasassi

 

ORARI E COSTI DEL BIGLIETTO ALLE GROTTE DI FRASASSI

Gli orari di apertura variano a seconda del periodo dell'anno: nel periodo estivo rimangono aperte dalle h 10.00 alle h 17.00 mentre nei mesi invernali dalle h 11.30 alle h 15.30. Nel mese di agosto gli accessi vengono incrementati ogni 10 min. Non occorre necessariamente prenotare la vostra visita, ma una cosa importante da sapere è che l'accesso alle grotte avviene per piccoli gruppi in presenza di una guida esperta e ad orari prestabiliti. Per questo vi conviene prima di tutto consultare il sito di riferimento per scoprire nel dettaglio gli orari di accesso alle grotte. Almeno 15 min prima dell'orario di visita scelto, dovete raggiungere il punto di ritrovo accanto alla biglietteria: qui un autobus vi condurrà all'ingresso delle grotte dove vi attenderà la guida.

grotte di frasassi

Passiamo alle tariffe: il biglietto intero per il percorso turistico costa 18 €, che viene ridotto a 12 € per i ragazzi dai 6 ai 14 anni e a 15 € per gli over 65 e per gli studenti universitari muniti di apposito tesserino. I percorsi avventura hanno un costo maggiore: quello azzurro 40 € e quello rosso 50 €. Nel prezzo del biglietto sono comprese anche le visite al Museo di Genga, un museo situato a 6 km dall'ingresso delle grotte che raccoglie opere di importante valore storico e artistico capaci di raccontare la storia di questo paese, e l'ingresso al Museo Speleopaleontologico e Archeologico di San Vittore, situato a 750 m dall'ingresso delle grotte che, tra le molte opere, mostra un fossile di Ittiosauro chiamato Marta, rinvenuto nel 1976 durante i lavori per la realizzazione di una galleria lungo la strada statale che porta a Genga. Il Borgo di San Vittore dove si trova questo secondo museo ospita anche la bellissima abbazia di San Vittore delle Chiuse, realizzata dai longobardi verso la fine del X secolo all'inizio della Gola di Frasassi. 

biglietto grotte frasassi

 

NEI DINTORNI DELLE GROTTE DI FRASASSI

Se avete in programma una visita alle Grotte di Frassassi, trovate altre località nelle vicinanze da poter visitare. Oltre ai due musei sopra citati inclusi nel biglietto delle grotte e al piccolo borgo di San Vittore con la sua storica abbazia, vi invito a visitare i vicini borghi di Genga, Pierosara con la sua secolare torre di avvistamento, e poco più lontano il borgo di Serra San Quirico, dichiarato bandiera arancione dal Touring Club Italiano, famoso per le sue Copertelle, camminamenti coperti che corrono lungo la mura di cinta del paese, sovrastati dalle abitazioni. Il borgo mantiene intatto il suo passato medioevale e offre vicoli e angolini davvero suggestivi: non perdete la torre principale di difesa detta Cassero, la Chiesa di Santa Lucia e la Cartoteca Regionale posta negli ambienti dell'ex convento. Sempre nel borgo di San Vittore sono presenti le Terme di Frasassi, adatte per chi è alla ricerca di cure termali (cure inalatorie, fanghi, massaggi,ecc) ed estetiche.

 serra san quirico marche

Assolutamente da non perdere sono anche il Tempio di Valadier e l'Eremo di Santa Maria nella Roccia, due opere splendide anche per la suggestiva posizione in cui sorgono. Le indicazioni stradali conducono ad un piccolo parcheggio sterrato dove è possibile lasciare l'automobile: da qui occorre imboccare un sentiero leggermente in salita di circa 700 m. Il tempio è davvero incantevole e sono sicura che l'avrete già visto da qualche parte sui social o sul web. Sorge all'interno di una grotta di montagna quasi a strapiombo sulle sue pendici (sembra quasi che sia stato costruito prima il tempio e poi la montagna attorno). In stile neoclassico, venne fatto erigere da Papa Leone XII ed inaugurato nel 1828. L'edificio a pianta ottagonale ospita la bella copia della Vergine con Bambino, il cui originale, attribuito alla bottega del Canova, è conservato nel Museo di Genga. Accanto al Tempio del Valadier si trova l'Eremo di Santa Maria.

tempio valadier

Se siete in visita alle Grotte di Frasassi, oltre ai bar presenti nella zona della biglietteria dove poter trovare qualche spuntino veloce, sono presenti nella zona alcuni locali che offrono piatti tipici della cucina marchigiana, come il ristorante Francesco o la Taverna Frasassi nel borgo di San Vittore di Genga. Se cercate un posto dove dormire, avete a disposizione molti hotel nella zona, ma io mi sento di consigliarvi il B&B Le Voltarelle, situato a Contrada Serralta di Serra San Quirico a 20 min dalle Grotte. La location è incantevole: all'esterno si presenta come un casale rustico in pietra recentemente ristrutturato, posto sulle pendici di uno dei tanti colli marchigiani, completamente circondato da uliveti

E ora che con questa guida completa vi ho dato tutte le indicazioni necessarie per organizzare una visita alle Grotte di Frasassi, siete pronti a partire?

Condividi!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!
Viaggia Con Alice Vieni A Conoscermi 400x400

Benvenuti in "Viaggia con Alice"!

Ogni viaggio è un racconto, vieni anche te alla scoperta del mondo!

Vieni a conoscermi!

Viaggia Con Alice Collaborazioni Esplora Il Lago Maggiore
Viaggia Con Alice Collaborazioni Esplora Tour
Viaggia Con Alice Collaborazioni Amazon
Viaggia Con Alice Collaborazioni Capitola
Viaggia Con Alice Collaborazioni Get Your Guide
Viaggia Con Alice Collaborazioni Civitatis

Viaggia con Alice - Ogni viaggio è un racconto!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Tutti i testi pubblicati in questo blog e le fotografie sono coperti da copyright, tutti i diritti sono riservati. Alcune immagini utilizzate in questo blog provengono dal web, se dovessero, in qualsiasi modo, ledere il diritto d’autore, previa comunicazione, verranno subito rimosse.

viaggiaconalice@gmail.com